Madame X di Medardo Rosso

Madame X Medardo Rosso è un ritratto dalle forme estremamente indefinite che rappresenta bene lo stile dello scultore.

Medardo Rosso, Volto femminile – Madame X, 1896, cera / gesso, 30 x 19 x 24 cm. Venezia, Ca’ Pesaro – Galleria Internazionale d’Arte Moderna

Madame X di Medardo Rosso

Madame X di Medardo Rosso
Madame X di Medardo Rosso

Medardo Rosso, Volto femminile – Madame X, 1896, cera / gesso, 30 x 19 x 24 cm. Venezia, Ca’ Pesaro – Galleria Internazionale d’Arte Moderna

Continua la lettura e Consulta la scheda dell’opera…

Ti possono interessare anche: Impressionismo, Il Simbolismo, Arte e bellezza femminile

Indice

Descrizione di Madame X di Medardo Rosso

Madame X è una testa scolpita quasi priva di dettagli fisionomici. Il viso, infatti, è identificabile grazie alla posizione e dal solo naso che sporge appena. Anche i capelli sono accennati e si colgono grazie alla struttura della scultura.

Interpretazioni e simbologia di Madame X di Medardo Rosso

Medardo Rosso realizzò molti ritratti femminili anche su commissione, insieme a celebri rappresentazioni dell’infanzia come Ecce Puer.

L’analisi dell’opera continua dopo questo avviso!

Scuola 2021-2022

Storia dell’arte. A breve troverai approfondimenti sulle principali epoche della Storia dell’Arte

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

I committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

Medardo Rosso donò la scultura alla Galleria d’arte Internazionale di Cà Pesaro nel 1914.

L’artista e la società. La storia dell’opera Madame X di Medardo Rosso

La scultura intitolata Madame X di Medardo Rosso risale al 1896. Lo scultore fornì la data di quest’opera in occasione della sua donazione, nel 1914. La datazione ufficiale è quindi incerta vista anche l’abitudine di Medardo Rosso di fornire date diverse per le stesse opere.

Infatti, lo scultore normalmente cambiava il titolo dell’opera e la data di produzione rispetto al contesto espositivo. Quest’abitudine, al tempo, non creava problemi ai suoi collezionisti. Invece, rappresenta un problema oggi che il mercato dell’arte e la divulgazione della storia dell’arte necessitano di precise informazioni rispetto al momento di realizzazione dell’opera.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile di Madame X di Medardo Rosso

La ricerca formale di Medardo Rosso permise alla scultura non monumentale di assumere un ruolo importante nel mercato dell’arte. Inoltre, rispetto ai temi affrontati, le opere di Medardo Rosso abbandonarono i temi ottocenteschi del soggetto eroico, storico o mitologico.

Formalmente, Medardo Rosso elaborò uno stile plastico-pittorico che utilizza la luce ambientale per creare effetti pittorici grazie al non finito. Le figure, infatti, sono appena accennate, a volte appena abbozzate, e la loro decifrazione è legata al tempo di fruizione dell’osservatore. La ricerca formale di Medardo Rosso, secondo gli storici dell’arte, aprì così la strada ai linguaggi astratti di altri scultori come Alberto Giacometti e Henry Moore. Madame X presenta una forma essenziale e sintetica.

Medardo Rosso nei suoi scritti e negli incontri con i critici non dichiarò le sue fonti di ispirazione. Questo atteggiamento si coglie anche nel capitolo del suo libro in cui si sottrae ad ogni tentativo di classificazione stilistica. Lo scultore operò negli anni in cui si svilupparono importanti movimenti, dagli scapigliati ai futuristi. Però, pur cogliendo alcune affinità con alcune delle tendenze, come il Simbolismo e l’Impressionismo, Medardo Rosso rifiutò ogni riferimento. Allo stesso modo rifiutò una specifica connotazione nazionalista, considerandosi un artista sovra-nazionale.

La tecnica

Madame X di Medardo Rosso è una scultura realizzata in cera o in gesso. Lo scultore fotografava abitualmente le sue opere nel corso del processo creativo. Sulle stampe fotografiche interveniva poi modificando l’immagine e progettando la fase successiva.

Medardo Rosso è noto per le sue sculture in cera. Questo materiale appartiene alla traduzione della scultura come nel Rinascimento, utilizzata nella ritrattistica. La cera, infatti, offre una facile lavorabilità e la superficie dell’opera si presenta morbida e satinata, molto affine alla pelle umana. Canova, infatti, era solito ricoprire le sue sculture con una patina di cera rosata o ambrata per attenuare la freddezza del marmo. Medardo Rosso trovò nella cera un materiale che offriva l’immediatezza necessaria per creare le sue figure dalle forme pittoriche.

Le cere seriali di Medardo Rosso

Nel 2004, uno studio della Harvard University ha dimostrato che Medardo Rosso non era solito modellare a mano le versioni proprie opere. La storiografia ufficiale ha sempre, invece, sostenuto il contrario. Lo scultore, infatti, utilizzava un metodo seriale che consisteva nell’utilizzo di stampi di gelatina nei quali colare la cera fusa. Quindi, diversamente dalla tradizione rinascimentale, le cere di Medardo Rosso non sono state modellate singolarmente. Diversamente allo scultore, Edgar Degas modellò direttamente la cera per ottenere un effetto iperrealistico ne Una piccola ballerina di quattordici anni.

La luce sulla scultura

La luce ambientale scivola sulla sulla superficie della testa che non presenta asperirà e forme anatomiche. Non sono quindi presenti chiaroscuri e ombre.

Rapporto con lo spazio

La scultura di Medardo Rosso si offre frontalmente e di tre quarti all’osservatore. Il viso presenta una leggera inclinazione che conferisce alla protagonista una sottile malinconia.

La struttura

La testa realizzata da Medardo Rosso poggia su un basamento di legno cubico grazie ad un sottile sostegno che la proietta in avanti.

Articolo correlato

Libertà di Frédéric-Auguste Bartholdi

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • Medardo Rosso e L. Giudici, Scritti sulla scultura, Abscondita (15 luglio 2003) Collana: Carte d’artisti, ISBN-10: 8884160596 ISBN-13: 978-8884160591
  • Francesco Stocchi, Medardo Rosso, Giunti Editore Collana: Dossier d’art In commercio dal: 1 aprile 2015, EAN: 9788809993617
  • Sharon Hecker, Un monumento al momento. Medardo Rosso e le origini della scultura contemporanea, Johan & Levi (12 dicembre 2017) Collana: Saggistica d’arte, ISBN-10: 8860102014 ISBN-13: 978-8860102010

La scheda è completa. Periodicamente troverai ulteriori approfondimenti, a presto!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 5 giugno 2022.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Medardo Rosso intitolate:

Leggi La vita e tutte le opere di Medardo Rosso

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Medardo Rosso, Volto femminile – Madame X, sul sito del Ca’ Pesaro Galleria Internazionale d’Arte Moderna di Venezia.

Grazie per aver consultato ADO

ADO content