L’enfant juif di Medardo Rosso

L’enfant juif di Medardo Rosso è una piccola scultura esposta presso la Pinacoteca di Brera che ritrae un bambino della nota famiglia di banchieri Rothschild.

Medardo Rosso, L’enfant juif, 1892 – 1893, cera su gesso, altezza cm 25. Milano, Pinacoteca di Brera

Indice

Descrizione della scultura L’enfant juif di Medardo Rosso

L’opera di Medardo Rosso ritrae un bambino. Il viso infatti rivela la giovane età del protagonista. Il busto invece non descrive anatomicamente le forme ma diventa una base senza precisi contorni. Infine anche la parte posteriore del capo è informe e appare come un agglomerato di materia.

Interpretazioni e simbologia dell’opera L’enfant juif

Medardo Rosso realizzò molti busti che ritraggono bambini e adolescenti. Inoltre il suo stile veloce e privo di definizione mette in evidenza il carattere indefinito e leggero dei suoi soggetti.

I Committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

L’opera di Medardo Rosso ritrae un figlio della famiglia Rothschild. Inizialmente l’opera prese il nome di Bambino ebreo. La scultura nel 1920 partecipò anche alla Mostra Nazionale d’Arte Sacra di Venezia con il titolo di Enfant de Nazareth e/o San Luigi. Sono note alcune varianti del titolo quali Impressione di bambino ebreo (Soffici, 1909), Impressione di bambino (Seidel, 1911). In occasione della XI Esposizione internazionale d’Arte della Città di Venezia del 1914 prese poi il titolo di Bambino. Giunse infine alla Pinacoteca di Brera grazie ad una donazione.

La storia dell’opera L’enfant juif di Medardo Rosso

L’artista realizzò L’enfant juif tra il 1892 e il 1893 mentre era ricoverato in ospedale.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile della scultura L’enfant juif di Medardo Rosso

Medardo Rosso fin dai suoi studi interrotti presso l’Accademia di Brera si dimostrò insofferente nei confronti dell’arte accademica. Infatti presto si avvicinò agli ambienti della Scapigliatura lombarda. Il Ritratto intitolato L’enfant juif è modellato con superfici indefinite ed è privo di contorni precisi. Come in altre opere che ritraggono giovani e bambini Medardo Rosso intese suggerire uno stato d’animo e non i tratti fisionomici del soggetto.

La tecnica

Medardo Rosso modellò L’enfant juif con gesso ricoprendolo di cera per rendere la superficie più morbida. Tale materiale, leggermente ambrato, restituisce infatti una impressione organica e vitale.

La luce sulla scultura

La superficie colorata e satinata permette alla luce di creare chiaroscuri morbidi.

Rapporto con lo spazio

La scultura di Medardo Rosso è un tuttotondo quindi apprezzabile in ogni suo lato. Nonostante questo solo il viso del protagonista presenta una finitezza che permette di identificarlo. Posteriormente e in basso invece le forme diventano indistinte e si fondono con lo spazio circostante che sembra creare delle tracce aeree sulla superficie.

La struttura

Il gesso è composto da due volumi distinti che descrivono il busto e il viso del protagonista. Però a causa del minor volume della parte inferiore il viso assume un peso maggiore e un volume più solido.

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • Medardo Rosso e L. Giudici, Scritti sulla scultura, Abscondita (15 luglio 2003) Collana: Carte d’artisti, ISBN-10: 8884160596 ISBN-13: 978-8884160591
  • Francesco Stocchi, Medardo Rosso, Giunti Editore Collana: Dossier d’art In commercio dal: 1 aprile 2015, EAN: 9788809993617
  • Sharon Hecker, Un monumento al momento. Medardo Rosso e le origini della scultura contemporanea, Johan & Levi (12 dicembre 2017) Collana: Saggistica d’arte, ISBN-10: 8860102014 ISBN-13: 978-8860102010

La scheda è completa. Periodicamente troverai ulteriori approfondimenti, a presto!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 18 settembre 2019.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Medardo Rosso intitolate:

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Medardo Rosso, L’enfant juif, sul sito della Pinacoteca di Brera di Milano.