Albero rosso di Piet Mondrian

In Albero rosso, Piet Mondrian inizia la sua ricerca stilistica ispirata dalla necessità di creare un nuovo alfabeto visivo.

Piet Mondrian, Albero rosso, 1908-1910, olio su tela, 70 x 99 cm. L’Aia, Gemeentemuseum Den Haag

L’analisi dell’opera continua dopo questo avviso!

Scuola 2022-2023

Storia dell’arte. A breve troverai approfondimenti sulle principali epoche della Storia dell’Arte

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

L’artista e la società. La storia dell’opera Albero rosso di Piet Mondrian

Piet Mondrian, in seguito all’adesione ad un gruppo spirituale, maturò l’esigenza di far evolvere la sua arte. I critici indicano in Albero rosso uno dei primi passi verso la resa essenziale del linguaggio visivo. Il grande Albero rosso nel modellato e nel colore, ricorda i dipinti di Van Gogh. Come l’artista olandese, anche Piet Mondrian fu ispirato, inizialmente da una motivazione spirituale. Van Gogh, figlio di un pastore protestante, nella sua giovinezza si recò presso i poveri contadini e i minatori del Belgio. L’artista dipinse le loro condizioni di vita nei suoi celebri dipinti come i Mangiapatate. Piet Mondrian, invece, coltivò in privato la propria esigenza spirituale. Così, iniziò un cammino, estetico e formale, per creare delle opere rispondenti a questa sua esigenza interiore.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile di Albero rosso di Piet Mondrian

In Albero rosso, Piet Mondrian iniziò, quindi, la sua opera di sintesi di un linguaggio formale visivo. La sua intenzione era quella di eliminare progressivamente gli elementi del linguaggio tradizionalmente utilizzato in pittura.

Il colore e l’illuminazione

Mondrian scelse di utilizzare una gamma cromatica limitata. Cielo e prato sono di colore blu declinato dallo scuro al chiaro. L’albero è disegnato in nero, privo di foglie, e lumeggiato in rosso arancio e giallo.

Lo spazio

Lo spazio diventa quasi bidimensionale si intravede infatti una ideale linea dell’orizzonte molto in basso. Il cielo diventa un piano contro il quale si staglia l’albero. Formalmente l’Albero rosso pare avere ancora una resa naturale. Il tronco e i rami sono costruiti in modo reale. È presente, ancora, una interpretazione emotiva delle forme.

La composizione e l’inquadratura

La composizione è essenziale, con l’albero dipinto al centro e perfettamente incorniciato dal rettangolo dell’immagine.

Articolo correlato

K = Trio di Josef Albers

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • Il primo Mondrian. Gli anni di Amsterdam, Editore: De Luca Editori d’Arte, 1995, EAN: 2570140155116
  • Jolanda Nigro Covre, Mondrian e De Stijl, Giunti Editore, Collana: Dossier d’art, 2008, EAN: 9788809761278
  • B. Tempel (a cura di), Piet Mondrian. L’armonia perfetta, Skira Collana: Arte moderna. Cataloghi, 2011, EAN: 9788857211466
  • Sylvie Delpech, Caroline Leclerc, Piet Mondrian, Editore: Lapis, Collana: Staccattaccal’arte, 2012, EAN: 9788878742758
  • Piet Mondrian, Il Neoplasticismo, F. Ferrari (a cura di) Editore: Abscondita, Collana: Carte d’artisti, 2014, EAN: 9788884164544
  • Piet Mondrian, Tutti gli scritti, Mimesis, Collana: Mimesis, 2019, EAN: 9788857554167

Scheda in aggiornamento. Torna fra qualche giorno e troverai ulteriori approfondimenti!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 15 luglio 2022.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Piet Mondrian intitolate:

Leggi La vita e tutte le opere di Piet Mondrian

Consulta la pagina dedicata al dipinto di  Piet Mondrian, Albero rosso, sul sito della Gemeentemuseum Den Haag de L’Aia.

Grazie per aver consultato ADO

ADO content