Donna allo specchio di Tiziano

Donna allo specchio di Tiziano è un ritratto del quale gli storici non hanno ancora identificato la protagonista accompagnata da un uomo.

Tiziano, Donna allo specchio, 1512-1515 circa, olio su tela, 96 x 76 cm. Parigi, museo del Louvre

Indice

Descrizione di Donna allo specchio di Tiziano

Una giovane donna cura i suoi lunghi capelli crespi aiutata da un servitore che sorregge uno specchio convesso.

La giovane donna è appoggiata oltre un parapetto che la separa dal fronte del dipinto. A destra, sul piano, si trova una boccetta cosmetica in materiale lucido. La giovane allunga la mano sinistra verso l’oggetto mentre con la mano destra si sistema i lunghi capelli. Sulla sinistra e dietro la protagonista, un uomo sostiene uno specchio tondo e convesso. Il riflesso mostra la nuca della giovane e la finestra che si trova di fronte ai due protagonisti e non compare nel dipinto. Il servitore regge poi un altro specchio rappresentato di profilo che permette alla donna di specchiarsi frontalmente.

Interpretazioni e simbologia di Donna allo specchio di Tiziano

La scena può essere interpretata come un’allegoria del paragone fra le arti. L’immagine della donna che presenta il riflesso posteriore nello specchio può essere avvicinata ad una scultura a tutto tondo che offre più prospettive dello stesso soggetto.

L’identità della protagonista del dipinto

Gli storici non hanno identificato con certezza la protagonista del dipinto. Secondo alcuni si tratta di una amante di Tiziano mentre secondo altri la donna è Laura Dianti amante di Alfonso d’Este. Altri storici invece la identificano come Isabella Boschetti, amante di Federico Gonzaga. Secondo considerazioni più puntuali tutte queste identificazioni potrebbero però non risultare verosimili. Infatti se la datazione accettata è quella che va dal 1512 al 1515, in questi anni Tiziano non aveva ancora rapporti con le corti di Mantova e Ferrara. Inoltre Laura Dianti compare in un ritratto del maestro del 1523.

Secondo ipotesi più caute la donna ritratta potrebbe essere quindi una modella che compare anche in altre opere. Si può infatti confrontare la sua immagine con altre figure femminili che portano capelli biondi e crespi come la Flora conservata presso la galleria degli Uffizi di Firenze. Un’altra giovane dalle stesse sembianze si trova rappresentata ne la Vanità a Monaco. Altre ancor sono la Salomè custodita presso la Galleria Doria Pamphilj, la Violante e la Giovane donna con veste nera di Vienna. Anche nel famoso dipinto intitolato Amor Sacro e Amor Profano è presente una giovane dai capelli crespi. Inoltre alcune Madonne di Tiziano presentano la stessa fisionomia. Questa particolarità è giustificata dagli esperti dell’opera del maestro con la sua abitudine di utilizzare gli stessi studi per più opere.

L’analisi dell’opera continua dopo questo avviso!

Scuola 2021-2022

Storia dell’arte. A breve troverai approfondimenti sulle principali epoche della Storia dell’Arte

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

I committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

Il dipinto di Tiziano è esposto al museo del Louvre di Parigi. La famiglia Gonzaga di Mantova fu il primo proprietario documentato del dipinto di Tiziano. In seguito Carlo I d’Inghilterra acquistò poi le collezioni dei Gonzaga e quindi anche Donna allo specchio. Funzionari del re Luigi XIV di Francia acquistarono la tela dopo la decapitazione del sovrano inglese e la vendita all’asta dei beni della corona. Il re francese fece collocare l’opera nella reggia di Versailles.

In molti musei del mondo esistono alcune repliche dell’originale. Gli esperti considerano alcune di queste come migliori rispetto ad altre. Le copie segnalate sono custodite presso il Museu di Barcellona, nella Galleria del Castello di Praga e nella National Gallery di Washington.

L’artista e la società. La storia dell’opera Donna allo specchio di Tiziano

Tiziano dipinse Donna allo specchio intorno agli anni 1512-1515 circa.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile di Donna allo specchio di Tiziano

La figura femminile dipinta da Tiziano incarna un ideale di bellezza secondo la poetica dell’artista Rinascimentale.

La tecnica

Donna allo specchio di Tiziano è un dipinto realizzato con colori ad olio su una tela di 96 centimetri di altezza 76 cm di larghezza.

Il colore e l’illuminazione

Testo

Lo spazio

Testo

La composizione e l’inquadratura

Testo

Articolo correlato

Venere allo specchio o Venere Rokeby di Diego Velázquez

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • Augusto Gentili, Tiziano, Giunti Editore, Collana: Dossier d’art, 2016; 2017 EAN: 9788809994263

La scheda è completa. Periodicamente troverai ulteriori approfondimenti, a presto!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 10 agosto 2021.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Tiziano intitolate:

Leggi La vita e tutte le opere di Tiziano

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Tiziano, Donna allo specchio, sul sito del museo del Louvre di Parigi.

Richiedi di completare la scheda o di aggiungere un approfondimento

ADP plus

Ti serve l’analisi completa dell’opera? Oppure chiedi di completare la biografia dell’artista. Invia una e-mail con il titolo dell’opera o il nome dell’artista a: redazione@analisidellopera.it

È gratuito e troverai l’aggiornamento sulla scheda pubblicata.