Berthe Morisot con un mazzo di violette di Edouard Manet

Berthe Morisot con un mazzo di violette di Edouard Manet è dedicato alla giovane pittrice amica dell’artista e sua futura cognata.

Scheda in preparazione. Richiedi l’Analisi di quest’opera con una e-mail a: redazione@analisidellopera.it

Edouard Manet, Berthe Morisot con un mazzo di violette, 1872, olio su tela, 55 x 40 cm. Parigi, museé d’Orsay

Indice

Descrizione di Berthe Morisot con un mazzo di violette di Edouard Manet

La giovane pittrice impressionista Berthe Morisot è ritratta a mezza figura da Edouard Manet. Berthe indossa un abito nero e porta un cappello elegante dello stesso colore, fissato con un nastro intorno al collo. Sull’abbottonatura dell’abito inoltre è appuntato un piccolo mazzo di violette. Lo sfondo infine è realizzato con un unico colore e non presenta dettagli.

Interpretazioni e simbologia di Berthe Morisot con un mazzo di violette di Edouard Manet

Berthe Morisot au bouquet de violettes è il titolo originale, in francese del dipinto di Edouard Manet tradotto come Berthe Morisot con un mazzo di violette.

Berthe Morisot era legata da una relazione di amicizia con Edouard Manet. Inoltre dopo pochi anni la giovane artista sposerà uno dei fratelli di Manet.

L’analisi dell’opera continua dopo questo avviso!

Scuola 2021-2022

Storia dell’arte. A breve troverai approfondimenti sulle principali epoche della Storia dell’Arte

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

I committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

Il dipinto di Edouard Manet intitolato Berthe Morisot con un mazzo di violette è esposto a Parigi presso il museé d’Orsay.

L’artista e la società. La storia dell’opera Berthe Morisot con un mazzo di violette di Edouard Manet

Il dipinto che Manet dedicò a Berthe Morisot risale al periodo immediatamente successivo alla guerra franco-prussiana e alla Comune di Parigi. Infatti Manet prestò servizio nella guardia nazionale e la sua attività pittorica subì un arresto. L’artista riprese così a dipingere alla fine del 1871 ritraendo gli stessi modelli che usava raffigurare prima della guerra.

Gli estimatori contemporanei della pittura di Manet valutarono come un capolavoro il Ritratto di Berthe Morisot. Anche il poeta simbolista francese Paul Valéry nella prefazione al catalogo del 1932 della retrospettiva dell’Orangerie e si espresse in modo molto favorevole.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile di Berthe Morisot con un mazzo di violette di Edouard Manet

Manet nel ritratto di Berthe Morisot utilizzò in modo massiccio il colore nero. Inoltre secondo i curatori del Musée d’Orsay di Parigi in quest’opera dimostra tutta la sua abilità nel dominare tale colore. Invece la Morisot nei suoi dipinti utilizzava colori chiari dimostrando quindi la sua simpatia verso l’Impressionismo. Per questo i curatori sottolineano che forse il nero del ritratto possa rappresentare un suggerimento pittorico nei confronti della pittrice.

Il colore e l’illuminazione

Berthe Morisot nella realtà presentava occhi di colore verde. Manet invece dipinge gli occhi della giovane pittrice con il nero come anche l’abito e il cappello. Probabilmente questa scelta fu utile per esaltare i tratti spagnoli della Morisot. Gli stessi colori compaiono già nel primo dipinto del 1869.

Manet in questo ritratto della giovane pittrice Berthe Morisot suggerì una illuminazione laterale che crea un forte contrasto tra luce ed ombra. Questa modalità è insolita nei dipinti di Manet che preferiva distribuire sulle figure una illuminazione omogenea. La figura di Berthe Morisot assume così un valore luministico. La sua immagine si definisce appunto attraverso la luce espresse dai toni di colore.

Articolo correlato

Èugene Manet con la figlia a Bougival di Berthe Morisot

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • Gérard Georges Lemaire, Manet, Giunti, Collana: Dossier d’art, 2017, ISBN: 9788809990654

La scheda è quasi completa. Ancora qualche giorno di pazienza, grazie per la tua visita!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 27 settembre 2021.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Edouard Manet intitolate:

Leggi La vita e tutte le opere di Edouard Manet

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Edouard Manet, Berthe Morisot con un mazzo di violette, sul sito del museé d’Orsay di Parigi.

Richiedi di completare la scheda o di aggiungere un approfondimento

ADP plus

Ti serve l’analisi completa dell’opera? Oppure chiedi di completare la biografia dell’artista. Invia una e-mail con il titolo dell’opera o il nome dell’artista a: redazione@analisidellopera.it

È gratuito e troverai l’aggiornamento sulla scheda pubblicata.

Una risposta a “Berthe Morisot con un mazzo di violette di Edouard Manet”

I commenti sono chiusi.