La dama con ventagli di Edouard Manet

La dama con ventagli di Edouard Manet è l’ultimo dipinto di una serie dallo stesso tema e raffigura la modella Nina de Callias, nota per la sua intensa vita mondana.

Scheda in preparazione. Richiedi l’Analisi di quest’opera con una e-mail a: redazione@analisidellopera.it

Edouard Manet, La dama con ventagli, 1873, olio su tela, 113,5 x 166,5 cm. Parigi, museé d’Orsay

Descrizione de La dama con ventagli di Edouard Manet

La protagonista, rivolta in avanti verso l’osservatore, è distesa su un divano ricoperto da tessuti chiari e setosi. Il capo è sostenuto dalla mano sinistra il cui avambraccio è coperto da due bracciali. Nina de Callias indossa un abito scuro dall’aspetto vaporoso e un copricapo di foggia orientale. Sulla parete che fa da sfondo al dipinto sono esposti molti ventagli.

Interpretazioni e simbologia de La dama con ventagli di Edouard Manet

Il titolo originale del dipinto di Edouard Manet è in francese, La dame aux éventails  che traduce in italiano come La dama con ventagli.

Il personaggio femminile rappresentato è la modella Nina de Callias nata nel 1844 e morta nel 1884 all’età di 39 anni. Alla data del dipinto la modella aveva quindi appena 30 anni. Nina de Callias è ricordata come una donna dal carattere difficile e lunatico. La donna consumava molte sostanze alcoliche che enfatizzarono le sue alternanze di esaltazione e nevrosi. Con l’andar del tempo e il continuo abuso di sostanze Nina de Callias perse in modo irrecuperabile la ragione e morì a causa della suo disturbo. Il vero nome della modella fu Marie-Anne Gaillard, detta anche Nina de Villard. Il cognome Callias deriva dal marito, Hector de Callias, che fu scrittore e giornalista del quotidiano francese Le Figaro.

Al tempo del ritratto realizzato da Edouard Manet la modella Nina era nel pieno della sua influenza. Infatti la giovane organizzava uno dei salotti letterari e artistici più esclusivi di Parigi. Nina de Callias amava ricevere gli ospiti indossando un costume all’algerina. Proprio con questo abito è ritratta nel dipinto di Manet.

La parete che fa da sfondo all’immagine della protagonista è decorata con la tappezzeria che ricopriva le pareti dello studio di Manet. Infatti lo stesso motivo compare in altre due opere di Manet, il Ritratto di Stéphane Mallarmé presso il museo d’Orsay e Nana esposta alla Kunsthalle di Amburgo.

Manet inserì i ventagli nella scena probabilmente senza intenzione di informarli in simboli. Infatti i ventagli appuntati sulla parete alle spalle della protagonista alludono più probabilmente alla giapponismo molto diffusa all’epoca, amata dalla stessa Callias. Anche Whistler, Tissot e Renoir usarono il ventaglio con la stessa finalità in alcune loro opere.

L’analisi dell’opera continua dopo questo avviso!

Scuola 2021-2022

Storia dell’arte. A breve troverai approfondimenti sulle principali epoche della Storia dell’Arte

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

L’artista e la società. La storia dell’opera La dama con ventagli di Edouard Manet

La dama con ventagli risale al 1873. L’opera fa parte di un ciclo di dipinti realizzati da Manet e definiti dagli storici dell’arte dame sul divano. In particolare questo dipinto esposto a Parigi presso il Musée d’Orsay è l’ultimo della serie.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile de La dama con ventagli di Edouard Manet

Gli storici del Musée d’Orsay di Parigi fanno notare che nonostante una certa somiglianza con la figura dell’Olympia che risale a circa 10 anni prima, Manet non ripropose tale modello. Infatti alcuni hanno trovato diverse analogie tra le due opere. Intanto la posa delle due modelle distese e appoggiate su un braccio. Poi la presenza di un piccolo animale che le accompagna. A fronte di queste somiglianze, lo stile della figura e l’esecuzione della pittura tramite un diverso tipo di pennellate, differenziano decisamente le due opere. Sempre secondo gli storici del Musée d’Orsay, il viso della protagonista è tra i più espressivi di Manet. La Callias infatti assume un’espressione curiosità e divertimento misti malinconia e smarrimento.

Articolo correlato

Ritratto di Yvonne Lerolle di Maurice Denis

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • Gérard Georges Lemaire, Manet, Giunti, Collana: Dossier d’art, 2017, ISBN: 9788809990654

La scheda è quasi completa. Ancora qualche giorno di pazienza, grazie per la tua visita!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 13 settembre 2021.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Edouard Manet intitolate:

Leggi La vita e tutte le opere di Edouard Manet

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Edouard Manet, La dama con ventagli, sul sito del museé d’Orsay di Parigi.

Grazie per aver consultato ADO

ADO content