Erezione della statua di un imperatore di Giambattista Tiepolo

Giambattista Tiepolo realizza il dipinto intitolato Erezione della statua di un Imperatore destinato a sfondare il soffitto di un palazzo nobiliare.

Giambattista Tiepolo, Erezione della statua di un Imperatore, 1734-1736, olio su tela, cm 420 X 175. Firenze, Galleria degli Uffizi

La composizione di erezione della statua di un imperatore di Giambattista Tiepolo è sapientemente adattata alla complessa cornice del quadro

Erezione della statua di un imperatore di Giambattista Tiepolo proviene dal seminario arcivescovile di Udine. Non è certa, però, la sua attribuzione all’artista veneto. Tipica di Tiepolo è, sicuramente, la disposizione delle figure in relazione alla complessa cornice del dipinto. Al centro, si trova un brano di cielo assolutamente libero. Le figure si dispongono, quindi, intorno ad esso con una complessa cadenza ritmica. Dalla porzione di cielo, passando attraverso il riflettore della grande nuvola in alto, la luce illumina la scena. Questa illuminazione crea una scansione ritmica dello spazio illuminando solo alcune parti delle figure.

Suggerimenti e link utili per implementare una corretta didattica online o didattica a distanza, nel periodo di emergenza virus. Consulta la pagina: Didattica online.

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

Comincia a pensare all’esame. Consulta la pagina: Tesi, tesine o mappe concettuali.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Una elaborata disposizione di gruppi e figure per celebrare l’imperatore

Vista la particolare destinazione del dipinto la scena era destinata ad una visione dal basso. Rappresenta lo sfondamento di un soffitto e, quindi, l’Erezione della statua di un Imperatore sul bordo esterno dello stesso. In basso, a sinistra, si trova una figura femminile vestita con abiti settecenteschi. Sopra di lei altre figure assistono al lavoro degli operai. Un vessillo sventola sopra di loro. Da questa bandiera nasce un arco di nuvole che attraversa la larghezza del dipinto fino alla parte opposta.

Su questa teoria di nuvole si trovano due divinità, una maschile e una alata femminile. La divinità maschile è nella parte in ombra, a sinistra, seduta con una gamba distesa. La divinità femminile in pieno sole, a destra con in mano una tromba. Ai piedi dell’arco nuvoloso, a destra, si trovano gli operai intenti ad issare la statua dell’imperatore. Il gruppo statuario è poggiato sopra al basamento. Non sono ben chiari i lineamenti dell’imperatore. Infatti, si intravede lo scudo tenuto in piedi dalla mano sinistra e una parte di volto.

Colori settecenteschi e scenografici chiaroscuri per sottolineare l’evento Imperiale

Al centro del dipinto spicca il cielo azzurro privo di nubi. In basso si intravede una piccola porzione di orizzonte. La nuvola che sostiene le divinità è illuminata al centro di una luce dorato. Il colore utilizzato da Giambattista Tiepolo per realizzare Erezione della statua di un Imperatore è tipicamente settecentesco. Vi sono gialli, azzurri e rosa, colori chiari e brillanti. L’uso della pennellata è libero e mosso. Le figure sono state disegnate con uno scorcio prospettico molto spinto, vista la collocazione originaria. Il dipinto, infatti, era destinato ad un soffitto e rappresenta lo sfondamento dello stesso. In basso, in primo piano, quindi, verso lo spettatore in basso, predominano toni scure e ombre in controluce prodotte dall’illuminazione esterna.

Classicità e teatro agitano la composizione di Giambattista Tiepolo

La scena è movimentata e articolata grazie ad un movimento circolare ascendente in senso orario. La direzione dello sguardo parte della figura in basso a sinistra e sale verso il vessillo. Si sposta poi lungo l’arco di nuvole, fino al centro, sulle divinità. Scende poi verso gli operai che fissano la statua dell’imperatore e torna sul personaggio in centro, in basso, che indica la statua e indossa un mantello rosa. Gli abiti svolazzano così come il vessillo. Le posizioni dei corpi sono fortemente teatrali ed elaborate. I personaggi vengono rappresentati con arditi scorci, soprattutto gli operai di destra. Le uniche linee orizzontali che ancorano lo sguardo e danno una solida base alla composizione sono quelle delle architetture del soffitto sfondato.

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Giambattista Tiepolo, Erezione della statua di un Imperatore, sul sito della Galleria degli Uffizi Firenze.