La Sacra Famiglia di Luca Signorelli. I personaggi si devono piegare alla forma circolare del dipinto

I personaggi de La Sacra Famiglia di Luca Signorelli sono dipinti con una luce metallica che li rende classici e monumentali.

Luca Signorelli, Sacra Famiglia, tra il 1470 e il 1490, tempera su tavola, tondo diametro cm 124. Firenze, Galleria degli Uffizi

La Sacra Famiglia di Luca Signorelli, un dipinto sacro dal formato inusuale

Il Tondo della Sacra Famiglia è un dipinto di Luca Signorelli per il Palazzo dei Capitani di parte Guelfa a Firenze. Fu Vasari,  infatti, nel suo testo “Le vite”, a raccontarlo. Il dipinto, però, non ha una datazione certa. La forma tonda del dipinto fu motivo di una particolare attenzione nella progettazione della composizione. Rappresenta uno dei primi lavori di questo tema di Luca Signorelli. Giunse alla Galleria degli Uffizi di Firenze nel 1802.

La Madonna legge e San Giuseppe si inchina al Bambino nella Sacra Famiglia di  Luca Signorelli immersa nel paesagio

In primo piano La Madonna è dipinta di traverso e seduta. Le sue gambe occupano tutta la parte centrale, in basso, del tondo. Ai suoi piedi si trova un libro con le pagine aperte. Inoltre, la Vergine ha tra le mani un altro volume che sta sfogliando. Il busto è rivolto a destra, coerentemente con la posizione delle gambe. Il mantello avvolge la metà inferiore del corpo e scopre solamente una parte dei piedi. In alto la veste è bordata da una sciarpa chiara che ricade dietro la schiena. Dietro di lei si trova il Bambino che si volta verso San Giuseppe e alza una mano in tono benedicente.

Gesù Bambino è raffigurato di profilo verso destra. San Giuseppe, invece, è dipinto nella parte destra del tondo e si sporge verso il bambino in adorazione con le braccia conserte. Il Santo indossa un mantello sopra la veste con un panno intorno al collo. A sinistra, la Madonna confina con il paesaggio che degrada verso l’orizzonte. Mentre, sullo sfondo si intravede l’orizzonte e una collina con alcuni alberi.

Il colorito della Sacra Famiglia di Luca Signorelli è quasi metallico e sembra tendere al bronzo

Una tonalità metallica infonde ai personaggi una monumentalità eroica e classicheggiante. Il volume, poi,  è determinato dal chiaroscuro che crea nelle figure un forte plasticismo. La Vergine Indossa il mantello rosso simbolo della passione e l’abito blu scuro simbolo della Chiesa. Generalmente, invece, il colore di questi due capi di abbigliamento è invertito. Stessa iconografia si trova in quella dipinta da Lorenzo Lotto. I suoi capelli sono di un bruno dorato. Gesù Bambino è coperto da una tunica blu tendente al grigio, mentre, San Giuseppe ha un abito grigio chiaro e il mantello giallo tendente all’arancio. La sciarpa che ha intorno al collo è elegantemente decorata con fasce di colore rosso e giallo. L’incarnato dei personaggi tende una resa metallica quasi bronzea. Il paesaggio è dipinto con toni più grigi.

La Sacra Famiglia di Luca Signorelli si è adattata ad una non facile composizione pittorica

La composizione tonda del dipinto ha richiesto di adattare le figure di Giuseppe e Maria in modo da rimanere all’interno del cerchio senza forzature. Infatti, le schiene dei due personaggi sono curvate e aderenti al bordo. La Vergine si adatta, quindi, quasi naturalmente al profilo tondo dietro di lei poiché si piega verso il libro che sta leggendo. Infatti, anche lo spazio, seppur minimo, tra la sua schiena e il bordo del dipinto è sufficientemente riempito dal brano di paesaggio con viandanti.

La figura che più sembra essere sacrificata dalla forma della Sacra Famiglia di Luca Signorelli è San Giuseppe. In alto, infatti, il Santo, con la spalla sinistra e la nuca lambisce quasi al vivo il limite del tondo. Da questa cornice sembra essere schiacciato verso la figura di Gesù Bambino. In basso Luca Signorelli ha dipinto il libro aperto per colmare il vuoto lasciato tra i piedi della Vergine e il fondo del tondo, ombreggiato con un colore molto scuro.

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Luca Signorelli, Sacra Famiglia, sul sito della Galleria degli Uffizi di Firenze.