Incontro tra Antonio e Cleopatra di Giambattista Tiepolo

Incontro tra Antonio e Cleopatra di Giambattista Tiepolo fa parte di un ciclo di affreschi realizzati dall’artista nel Salone da Ballo di Palazzo Labia a Venezia.

Giambattista Tiepolo, Incontro tra Antonio e Cleopatra, 1745-1748, affresco. Venezia, Palazzo Labia, Salone da ballo

Descrizione

Antonio, il generale romano, si trova al centro del dipinto. Indossa un’armatura classica. Sul capo, infatti, porta un elmo prezioso di metallo. Il corpo è protetto da una lorica. Inoltre indossa dei calzari e un ampio mantello rosso che arriva fino a terra. Cleopatra, a sinistra, veste abiti eleganti e sfarzosi di fattura settecentesca. Il vestito che indossa presenta un’ampia scollatura. È confezionato con tessuto damascato e riccamente decorato. Il viso, poi, è sottolineato da un ampio colletto e impreziosito da gioielli stretti al collo. La sua acconciatura e elegante sobria.

A sinistra del dipinto, si scorgono alcune persone. Spunta anche il muso di un cavallo bianco. In primo piano, parzialmente coperto dall’architettura classica, si intravede un moro che indossa un turbante e abiti esotici. A destra, infine, un cane è trattenuto da un servitore di colore. I militari sono schierati sulla passerella verso destra. Infatti si notano le loro picche alzate.

Sul fondo, un cortigiano in abiti esotici porta un’insegna mossa dal vento. Inoltre, la sagoma di un soldato in armatura classica si staglia contro il cielo. Sulla sinistra, avanza la prua scolpita di una nave. Infine, una grande vela si intravede a destra. Su di essa, un marinaio si sporge dall’alto. Il cielo è azzurro e si alzano grandi nubi bianche. La scena è ambientata su di una scalinata che scende verso il basso. Di lato, si notano architetture classiche con colonne, lesene, capitelli corinzi, un arco a tutto sesto e un architrave.

Consulta anche l’articolo intitolato: Con scienza e religione la natura perde la sua innocenza.

I Committenti, le collezioni e la storia espositiva dell’affresco Incontro tra Antonio e Cleopatra di Giambattista Tiepolo

Palazzo Labia si trova a Venezia nel sestiere di Cannareggio. L’edificio fu costruito tra il XVII e il XVIII secolo, quindi, in stile barocco. Giambattista Tiepolo ottenne la commissione di decorare il Salone da ballo dai fratelli Angelo Maria e Paolo Antonio Labia. Il soggetto scelto per gli affreschi furono le Storie di Antonio e Cleopatra. La famiglia Labia era originaria della Catalogna. I suoi membri si iscrissero al Patriziato Veneziano nel 1646. Questa adesione fu resa possibile in seguito ad un loro generoso contributo versato a sostegno della Guerra di Candia.

Suggerimenti e link utili per implementare una corretta didattica online o didattica a distanza, nel periodo di emergenza virus. Consulta la pagina: Didattica online.

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

Le ragazze e i ragazzi di ADO vi chiedono di stare a casa #iorestoacasa

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Approfondisci con le altre opere di Giambattista Tiepolo intitolate: Erezione della statua di un imperatore, L’Olimpo e i quattro continenti, Le tentazioni di Sant’Antonio Abate.

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Giambattista Tiepolo, Incontro tra Antonio e Cleopatra, sul sito di Turismovenezia.it.