Autoritratto giovanile di Rembrandt Harmenszoon Van Rijn

L’Autoritratto giovanile di Rembrandt raffigura un giovane di bell’aspetto, facoltoso e vestito con abiti preziosi ed eleganti.

Rembrandt Harmenszoon van Rijn, Autoritratto giovanile, 1633-1634 olio su tavola, cm 62,5 x 54. Firenze Galleria degli Uffizi

L’Autoritratto giovanile di Rembrandt non è di datazione certa

Il dipinto fa parte di una lunga serie di ritratti che l’artista realizzò nella sua vita, soprattutto negli anni giovanili. Rembrandt dipinse se stesso vestito con abiti molto eleganti. Il drappeggio è particolarmente ricco come anche il collare metallico che indossa. La sua bravura, giovanile, si evidenzia già nella resa pittorica dei materiali. Il volto è raffigurato, quasi centralmente ma illuminato solo per la metà sinistra. I contorni sono molto sfumati così come lo sono estremamente i capelli che ricadono morbidi e vaporosi sulle spalle. Solitamente i pittori olandesi del Seicento si specializzavano nella realizzazione di un genere artistico. Rembrandt, invece, fu un artista eclettico.

Suggerimenti e link utili per implementare una corretta didattica online o didattica a distanza, nel periodo di emergenza virus. Consulta la pagina: Didattica online.

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

Comincia a pensare all’esame. Consulta la pagina: Tesi, tesine o mappe concettuali.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Una luce caravaggesca per l’Autoritratto giovanile di Rembrandt

Rembrandt è considerato un artista caravaggista. Non fu direttamente ispirato dallo stile e dalla resa luminosa dei dipinti del maestro italiano. Il suo cavaraggismo arriva dalle influenze giunte nei paesi dell’Europa del nord nel XVI secolo attraverso l’Italia settentrionale. Fu vicina a Caravaggio la sensibilità che lo spingeva a cercare un naturalismo anticlassico per descrivere nel modo più efficace la realtà.

Un giovane ed elegante artista dal grande futuro

L’Autoritratto giovanile di Rembrandt ritrae il giovane in una posizione di tre quarti. Il corpo è rivolto a sinistra del dipinto mentre il volto è centrale e leggermente a destra. La luce è l’elemento linguistico determinante che caratterizza questo autoritratto. L’abbigliamento si intravede seppur leggermente in ombra e suggerisce la ricchezza del giovane Rembrandt. La luce colpisce direttamente il viso dell’artista e illumina debolmente il fondo monocromatico dietro di lui. Il fascio luminoso che mette in risalto soprattutto la metà destra del suo volto sembra luce direzionata. Il resto dell’ambiente rimane buio. L’Autoritratto giovanile di Rembrandt è dipinto con un colore bruno, molto caldo.

Una composizione classica per donare un tocco di nobiltà all’artista

La posizione di Rembrandt e l’inquadratura dell’autoritratto sono decisamente classiche e donano all’artista una certa nobiltà sottolineata anche dai suoi abiti. Lo spazio è limitato alla figura dell’artista e all’immediato sfondo dietro di lui. Grazie all’illuminazione ben direzionata il centro psicologico del ritratto è lo sguardo intenso e diretto dell’artista verso lo spettatore. Il taglio dell’inquadratura dell’Autoritratto giovanile di Rembrandt è elegante e armonioso. La parte inferiore è in ombra e fornisce una base, quasi monumentale al busto. La luce mette in risalto la parte superiore a partire dall’elegante catena che ferma il mantello pesante poggiato sulla spalla sinistra. Il collare di metallo brilla nella sua porzione centrale e la luce sale verso il volto. Capelli e copricapo sono appena abbozzati e creano una cornice che mette in risalto il viso tramite contrasto di chiarezza.

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Rembrandt Harmenszoon van Rijn, Autoritratto giovanile, sul sito della Galleria degli Uffizi Firenze.