Autoritratto con tavolozza e pennelli di Rembrandt van Rijn

Autoritratto con tavolozza e pennelli è un dipinto che Rembrandt realizzò all’età di quasi sessant’anni per celebrare la sua attività di artista famoso.

Rembrandt, Autoritratto con tavolozza e pennelli, 1665 ca, olio su tela, cm 114 x 65. Londra, Kenwood House

Descrizione

Rembrandt è in piedi al centro del dipinto. Il suo viso è frontale. Lo sguardo è puntato con decisione verso lo spettatore. L’artista indossa un pesante abito scuro. Inoltre, porta un berretto chiaro dal quale spuntano capelli ricci e grigi. Infine, con la mano sinistra tiene in alto la tavolozza ed alcuni pennelli. Sulla parete di fondo compaiono due grandi porzioni di circonferenza tracciate sul muro.

Interpretazioni e simbologia

Rembrandt nel suo autoritratto con tavolozza e pennelli si concentrò nella resa psicologica del personaggio. Questa, infatti, è una delle caratteristiche dei suoi ritratti che raffigurano concittadini di Amsterdam di varie estrazioni come membri delle istituzioni e professionisti, medici e mercanti. Rembrandt dipinse quasi 100 autoritratti. In ognuno di essi espresse una parte del suo carattere. In Autoritratto con tavolozza e pennelli si evidenzia il suo lavoro di artista grazie agli strumenti che sostiene con la mano sinistra. Questo autoritratto, inoltre, si può considerare come una dichiarazione di orgoglio professionale.

La storia dell’opera

Rembrandt dipinse l’Autoritratto con tavolozza e pennelli all’età di circa sessant’anni. In seguito ad una indagine radiografica si scoprì che, l’artista concepì diversamente l’opera. Infatti, la mano che ora regge la tavolozza, inizialmente, era colta nell’atto di dipingere.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: Con scienza e religione la natura perde la sua innocenza.

Lo stile del dipinto Autoritratto con tavolozza e pennelli

Autoritratto con tavolozza e pennelli di Rembrandt Van Rijn è realizzato con colori grumosi e pennellate dense.

Il colore e l’illuminazione

L’opera di Rembrandt presenta una tonalità calda. Il colore che domina su tutta il dipinto è l’ocra di vari toni insieme al bruno molto scuro del fondo e dell’abito del maestro. Il volto poi è colorato con ocra arancio e bruno nelle ombre. I capelli sono grigi mentre la camicia che si intravede al di sotto dell’abito e il cappello sono molto chiare e lumeggiati con bianco.

I contrasti di luminosità sono limitati alla zona del volto. Infatti il cappello spicca decisamente contro il fondo grigio-ocra. L’illuminazione è debole e proviene dall’alto a sinistra. La luce colpisce direttamente il volto di Rembrandt e crea un deciso contrasto tra la parte sinistra illuminata e la parte destra più in ombra.

La luce illumina debolmente anche la tavolozza e i pennelli in primo piano. Il chiaroscuro è deciso sul volto dove mette in evidenza la fisionomia anziana dell’artista.

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Rembrandt, Autoritratto con tavolozza e pennelli, sul sito del Museo di Kenwood House di Londra.