Venere e l’Amore di Ker-Xavier Roussel

Venere e l’Amore di Ker-Xavier Roussel è un’opera realizzata nel sud della Francia dopo il periodo di adesione del pittore al gruppo dei Nabis.

Ker-Xavier Roussel, Venere e l’Amore, 1908 circa, olio su tela, 73 x 86 cm. Parigi, museé d’Orsay

Indice

Descrizione di Venere e l’Amore di Ker-Xavier Roussel

Venere nuda è seduta sul pendio erboso che declina verso il mare a sinistra della scena. Il piccolo Amore, che si intravede dietro la figura della dea, guarda in avanti verso l’osservatore. Sul pendio inoltre crescono alberi e cespugli di diversa grandezza. Infine al centro del dipinto il mare calmo confina con il cielo e le nuvole bianche.

Interpretazioni e simbologia di Venere e l’Amore di Ker-Xavier Roussel

Vénus et l’Amour au bord de la mer è il titolo originale in lingua francese dell’opera di Roussel intitolata in italiano Venere e l’Amore sulla riva del mare.

Il soggetto principale deriva dalla mitologia classica. Roussel infatti rappresenta la dea dell’amore Venere distesa di fronte al mare. Anche le atre opere del periodo rappresentano personaggi del mito classico come fauni, ninfe e divinità.

L’atmosfera del dipinto è gioiosa e solare e come negli altri del periodo si coglie una nota di garbata sensualità senza tempo.

L’analisi dell’opera continua dopo questo avviso!

Scuola 2021-2022

Storia dell’arte. A breve troverai approfondimenti sulle principali epoche della Storia dell’Arte

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

I committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

Venere e l’Amore di Roussel si trova a Parigi custodito presso il museé d’Orsay.

L’artista e la società. La storia dell’opera Venere e l’Amore di Ker-Xavier Roussel

Venere e l’Amore sulla riva del mare risale al 1908. Roussel nel 1906, si trasferì nella Francia del sud per dipingere ispirato dalla la luce intensa dei paesaggi mediterranei.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile di Venere e l’Amore di Ker-Xavier Roussel

Nel periodo trascorso nella Francia Meridionale, Roussel si allontanò dallo stile intimista Nabis che aveva condiviso con gli altri pittori del gruppo. Secondo i curatori del museo d’Orsay di Parigi, grazie all’uso di colori più brillanti infatti le atmosfere diventano sensuali e calde.

Nei dipinti di questo periodo, come in Venere e l’Amore, Roussel si avvicina così al Neoimpressionismo. Questa adesione alla sperimentazione della pennellata divisa si coglie soprattutto nel mare. Infatti su una base più scura, l’artista ha tracciato brevi pennellate parallele e più chiare.

Roussel, però nel costruire il paesaggio non dimentica la pittura di Puvis de Chavannes l’ispiratore dei Nabis. Infatti, lo stile del paesaggio rimane legato alle figure chiare e bidimensionali delle opere Nabis. Inoltre questo Sintetismo formale deriva anche dall’osservazione delle stampe giapponesi dell’epoca.

La tecnica

Venere e l’Amore è un dipinto realizzato con colori a olio su una tela di 73 centimetri di altezza e di 86 cm di larghezza.

Il colore e l’illuminazione

Roussel, ispirato dalla luce del sud della Francia, adottò una gamma cromatica più brillante. Anche in questo dipinto infatti è evidente l’uso di blu e verdi chiari e saturi.

Lo spazio

La concezione spaziale della scena raffigurata da Roussel risente delle sue precedenti sperimentazioni Nabis. La profondita del paesaggio, infatti, si coglie più intuitivamente piuttosto che attraverso la prospettiva ambientale. Le quinte naturali, come in una scenografia teatrale, portano così lo sguardo dell’osservatore lontano, verso le nubi chiare.

La composizione e l’inquadratura

Il dipinto di Ker-Xavier Roussel è di forma rettangolare sviluppata in orizzontale. La sua inquadratura infatti permette di valorizzare l’ampio paesaggio marino.

La struttura compositiva della scena non è consueta. Infatti i due personaggi si trovano totalmente a sinistra e non sono bilanciati da altri elementi importanti sulla destra. I due cespugli, dalla forma circolare. creano comunque un equilibrio formale.

La linea della riva crea una forma triangolare che determina una lettura simmetrica del paesaggio. Sulla destra inoltre, un altro triangolo racchiude Venere e Amore in una massa di colore chiaro. Infine, una decisa linea orizzontale segna in alto il confine tra cielo e mare.

Articolo correlato

Venere allo specchio o Venere Rokeby di Diego Velázquez

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • Nabis 1888-1900. Pierre Bonnard, Maurice Denis, Henri-Gabriel Ibels, George Lacombe, Aristide Maillol, Paul-Elie Ranson, Jozsef Rippl-Ronal, Kerr-Xavier Roussel, Paul Serusier, Felix Vallotton, Jan Verkade, Edouard Vuillard, Editrice Prestel-Verlag, 1993 EAN: 2560104140494

La scheda è completa. Periodicamente troverai ulteriori approfondimenti, a presto!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 17 gennaio 2022.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Ker-Xavier Roussel intitolate:

Leggi La vita e tutte le opere di Ker-Xavier Roussel

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Ker-Xavier Roussel, Venere e L’Amore, sul sito del museé d’Orsay di Parigi.

Grazie per aver consultato ADO

ADO content