La nascita di Venere di Alexandre Cabanel

La nascita di Venere di Alexandre Cabanel riscosse un grande successo in occasione del Salon di Parigi del 1863 e fu acquistata da Napoleone III.

Alexandre Cabanel, La nascita di Venere, 1863, olio su tela, 130 x 225 cm. Parigi, museé d’Orsay

Indice

Descrizione de La nascita di Venere di Alexandre Cabanel

Venere nuda è distesa sulla superficie del mare. Le onde si increspano creando un velo di spuma bianca che sorregge il capo della dea neonata.

Venere è distesa frontalmente con la testa verso la destra dell’osservatore e i lunghi capelli che scivolano sotto il suo corpo. La giovane dea con la mano destra sembra schermirsi dalla luce del sole. Sopra di lei infine aleggiano cinque amorini due dei quali soffiano all’interno di una grande conchiglia.

Interpretazioni e simbologia de La nascita di Venere di Alexandre Cabanel

La Naissance de Vénus è il titolo in lingua francese dell’opera di Alexandre Cabanel intitolata in italiano La nascita di Venere.

Il dipinto di Alexandre Cabanel interpreta un episodio tratto dalla mitologia della Grecia antica. La schiuma del mare deposita su una spiaggia la dea Venere in seguito alla sua nascita nel mare.

L’analisi dell’opera continua dopo questo avviso!

Scuola 2021-2022

Storia dell’arte. A breve troverai approfondimenti sulle principali epoche della Storia dell’Arte

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

I committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

Cabanel presentò il dipinto al Salon del 1863. L’opera ottenne molto successo ma suscitò anche una vivace discussione sulla stampa. Napoleone III acquistò il dipinto di Cabanel e lo inserì nella sua collezione personale. Attualmente La Nascita di Venere è esposta a Parigi presso il Musée d’Orsay.

L’artista e la società. La storia dell’opera La nascita di Venere di Alexandre Cabanel

Alexandre Cabanel nel momento dell’esposizione della Nascita di Venere aveva già ottenuto numerosi premi ufficiali. L’artista aveva assunto una grande importanza nell’ambito dell’insegnamento accademico. Inoltre Cabanel faceva parte della direzione dei Salon di Parigi.

La Nascita di Venere è un esempio di pittura molto apprezzata sul finire dell’Ottocento dalla committenza francese, pubblica e privata. In particolare proprio questo tema classico ebbe molto successo durante l’Ottocento e fu interpretato da molti artisti. La raffigurazione della dea infatti si prestava a creare immagini dal sottile connotato erotico privo di volgarità e riferimenti diretti. Infatti il soggetto classico, ambientato in un contesto fantastico non presenta riferimenti alla vita quotidiana del pubblico artistico. In questo modo il contenuto erotico del dipinto era al riparo dalla censura borghese e intellettuale.

Le considerazioni della critica e della committenza

Lo scrittore francese Emile Zola si espresse in modo negativo considerando le forme della rappresentazione adottate da Cabanel. L’intellettuale scrisse: “La dea annegata in un fiume di latte ha l’aria di una deliziosa cortigiana, nemmeno in carne e ossa – sarebbe indecente – ma in una sorta di pasta di mandorle bianca e rosa“. Secondo Zola l’aspetto assunto dalla dea non solo la mette al riparo da qualsiasi lascivia ma risulta anche inappropriato formalmente.

Nello stesso anno, la realizzazione di un altro nudo femminile provocò un vero scandalo. Infatti l’Olympia di Edouard Manet presentava una donna distesa e nuda ma all’interno di un contesto reale. L’opera comparve al Salon del 1865. Quindi l’inserimento di una figura femminile nuda e distesa, in questo caso, assunse una interpretazione del tutto diversa. Non si trattava di una figura fantastica del mito, residente in una dimensione ultraterrena. L’Olympia è una ragazza del popolo nuda e distesa su un divano che si offre alla vista dell’osservatore senza alcun pudore.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile de La nascita di Venere di Alexandre Cabanel

In questo dipinto si evidenzia lo stile virtuoso del maestro Cabanel che mostra di possedere una grande capacità tecnica. Durante il Secondo Impero, in Francia, si diffuse lo spirito eclettico che prevedeva fonti di ispirazioni eterogenee e provenienti da diverse epoche storiche. Ne La Nascita di Venere, Cabanel utilizzò riferimenti formali attribuibili a Ingrès e alla pittura del XVIII secolo.

La tecnica La nascita di Venere di Alexandre Cabanel

La Nascita di Venere di Cabanel è un olio su tela, di 130 centimetri di altezza e 225 cm di larghezza.

Il colore e l’illuminazione

Il dipinto presenta colori tenui e contro il blu del mare, in basso, spicca il bianco perlaceo dell’incarnato di Venere. Invece in alto, gli amorini si confondono maggiormente con l’azzurro lattiginoso del cielo.

Lo spazio

La resa spaziale nel dipinto di Cabanel è affidata alle sole figure collocate in primo piano. Infatti la superficie del mare e il cielo assumono solo valore di sfondo e di ambientazione.

La composizione e l’inquadratura

La Nascita di Venere di Alexandre Cabanel è un dipinto di forma rettangolare sviluppato in orizzontale. L’inquadratura permette così di valorizzare il corpo disteso della giovane Venere.

Il corpo della dea inoltre crea una elegante linea a serpentina che ne esalte le forme. Tale formula compositiva riecheggia anche nella disposizione degli amorini che si librano in aria.

Articolo correlato

La Nascita di Venere di Sandro Botticelli

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • La pittura al Museo d’Orsay. Testi di Michel Laclotte, Geneviève Lacambre, Anne Distel, Claire Frèches-Thory, Marc Bascou. Premessa di Françoise Cachin, Scala, 1995 EAN: 2560460022700
  • Simona Bartolena, Parigi Musèe d’Orsay, Il Sole 24 Ore, 2005, EAN: 2570140011214
  • Musee d’Orsay – La Guida delle Collezioni, RMN, 2006, EAN: 2570140229985

La scheda è completa. Periodicamente troverai ulteriori approfondimenti, a presto!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 2 aprile 2022.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Alexandre Cabanel intitolate:

Leggi La vita e tutte le opere di Alexandre Cabanel

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Alexandre Cabanel, La nascita di Venere, sul sito del museé d’Orsay di Parigi.

Grazie per aver consultato ADO

ADO content