Parigi dalla finestra di Marc Chagall

Parigi dalla finestra di Marc Chagall raffigura una veduta fantastica della città francese animata da figure irreali.

Marc Chagall, Parigi dalla finestra, 1913, olio su tela, 133 x 139 cm. New York, The Solomon R. Guggenheim Museum

Parigi dalla finestra di Marc Chagall

Parigi dalla finestra di Marc Chagall
Parigi dalla finestra di Marc Chagall

Marc Chagall, Parigi dalla finestra, 1913, olio su tela, 133 x 139 cm. New York, The Solomon R. Guggenheim Museum

Continua la lettura e Consulta la scheda dell’opera…

Ti possono interessare anche: Scuola di Parigi, La figura del gatto nell’arte nelle immagini e nelle sculture, Parigi nella pittura

Indice

Descrizione di Parigi dalla finestra di Marc Chagall

La veduta di Parigi si apre oltre la finestra che incornicia gran parte del dipinto. La fascia centrale è occupata dalle piccole case della città mentre a destra si eleva la Tour Eiffel. Nel cielo, scende un paracadutista e più in basso un uomo e una donna galleggiano nell’aria in posizione orizzontale. Sul davanzale della finestra siede un gatto dal muso umano mentre a destra, internamente, una figura bifronte mostra un piccolo cuore giallo nel palmo della mano. Infine, oltre i vetri, a sinistra corre un treno capovolto e in basso si intravede lo schienale di una sedia decorato con fiori.

Interpretazioni e simbologia di Parigi dalla finestra di Marc Chagall

Parigi attraverso la finestra è il titolo del dipinto di Marc Chagall il cui titolo originale è Paris par la fenêtre. Presso il museo di New York, invece, il dipinto è indicato come Paris through the Window. Lo stesso panorama urbano compare in un autoritratto di Chagall dipinto nel 1912. In quest’opera, la città francese viene confrontata con la città di nascita dell’artista. Nella scena compare la figura mitologica di Giano bifronte. Le due facce della scultura guardano in senso opposto e alcuni storici hanno interpretato in senso autobiografico la sua presenza. Forse si tratta dello sguardo dell’artista che osserva a ovest verso la Francia e a est verso la Russia.

Una possibile interpretazione della figura bifronte fa riferimento a quella presente in un altro dipinto, La bevuta del soldato. Chagall dichiarò, dopo alcuni anni, che la scena gli era stata ispirata dal ricordo di soldati russi zaristi durante la guerra russo-giapponese del 1904-1905. Nei due dipinti vi sono figure simili che forse mediano tra due realtà, interna ed esterna, passato e presente, immaginario e reale.

La Tour Eiffel rappresenta forse la modernità o semplicemente il simbolo di Parigi. Invece, la figura del paracadutista fu forse ispirata dal primo lancio avvenuto proprio nel 1912.

La questione interpretativa delle opere di Chagall pone dei problemi. Infatti il pittore rifiutò sempre la traduzione letterale dei suoi lavori preferendo considerarli evocazioni liriche. Il pittore Blaise Cendrars, autore di poesia plastica, amico di Chagall diede il titolo al dipinto. Anche Guillaume Apollinaire, poeta sensibile alla stessa poetica, fu amico di Chagall. Dalle sue opere appare chiaro che il pittore preferì il mondo dell’immaginazione alla rappresentazione del reale.

L’analisi dell’opera continua dopo questo avviso!

Scuola 2021-2022

Storia dell’arte. A breve troverai approfondimenti sulle principali epoche della Storia dell’Arte

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

I committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

Parigi dalla finestra di Marc Chagall si trova a New York presso la Solomon R. Guggenheim Founding Collection archiviata con numero di accesso 37.438.

L’artista e la società. La storia dell’opera Parigi dalla finestra di Marc Chagall

Marc Chagall nacque nel 1887, a Vitebs in Russia e morì nel 1985, a Saint-Paul-de-Vence in Francia. Parigi dalla finestra risale al 1913 circa tre anni dopo il suo trasferimento, avvenuto nel 1910. Chagall dipinse quindi questo quadro intorno all’età di 26 anni.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile di Parigi dalla finestra di Marc Chagall

Il pittore lasciò la Russia nel 1910 e si trasferì a Parigi dove acquisì il linguaggio delle. In Parigi dalla finestra si coglie il Cubismo orfico presente nelle opere di Robert Delaunay. La frammentazione dello spazio attraverso piani sovrapposti si ritrova nel cielo, realizzato con trasparenze di colori accesi. Inoltre proprio la Tour Eiffel fu un oggetto molto rappresentato da Delaunay.

La tecnica

Parigi dalla finestra di Marc Chagall è un dipinto ad olio applicato su una tela di 136 centimetri di altezza e 141.9 cm di larghezza.

Il colore e l’illuminazione

La città e parte dello sfondo sono colorati di ocra giallo che mette in evidenza le parti della scena realizzate con colori brillanti. Nel cielo si formano due fasce oblique, che scendono verso sinistra, con i colori della bandiera francese, blu, bianco e rosso. Altri colori accesi, rosso, giallo, blu e verde, colorano le aste della finestra a sinistra. Il gatto è prevalentemente giallo mentre l’uomo bifronte presenta i quattro colori più presenti, blu, rosso, verde e giallo.

Lo spazio

L’anta della finestra separa lo spazio interno dallo spazio esterno nel quale si distende Parigi. Il primo piano è occupato dalla figura umana a destra e dallo schienale della sedia a sinistra. Il gatto è un elemento di raccordo e si trova nella zona di incontro dei due ambienti. Oltre la finestra si apre una realtà fantastica nella quale il treno procede capovolto e le due figure umane galleggiano nell’aria.

La composizione e l’inquadratura

Il dipinto di Chagall ha una forma che si avvicina al quadrato. L’inquadratura organizza il piano dipinto in tre zone ortogonali. In basso, la linea del davanzale crea una fascia orizzontale mentre in alto l’anta occupa quasi la metà sinistra del dipinto. Nella veduta della città, invece, prevalgono le linee oblique come le fasce sovrapposte nel cielo.

Articolo correlato

Violinista alla finestra di Henri Matisse

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • Marc Chagall, La mia vita, SE, Collana: Saggi e documenti del Novecento, 2012, EAN: 9788877109446

La scheda è completa. Periodicamente troverai ulteriori approfondimenti, a presto!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 26 marzo 2022.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Marc Chagall intitolate:

Leggi La vita e tutte le opere di Marc Chagall

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Marc Chagall, Parigi dalla finestra, sul sito del The Solomon R. Guggenheim Museum di New York.

Grazie per aver consultato ADO

ADO content