Una domenica pomeriggio all’isola della Grande-Jatte di Georges Seurat

Il puntinismo fu ideato da Georges Seurat per proporre un’alternativa formale all’impressione visiva. Una domenica pomeriggio all’isola della Grande-Jatte è un dipinto che si basa sulle teorie cromatiche elaborate in ambito scientifico.

George Seurat, Una domenica pomeriggio all’isola della Grande-Jatte, 1884-1886, olio su tela, cm 207 x 308. Chicago, Art Institute

Una domenica pomeriggio all’isola della grande-jatte racconta un momento di tranquilla quotidianità dei borghesi parigini

Il soggetto George Seurat che scelse di rappresentare in Una domenica pomeriggio all’isola della Grande-Jatte era simile a quello dei quadri impressionisti. Su di un parco, sulle rive della Senna, Seurat dipinge la folla domenicale dei parigini. Donne con abiti tipici dell’epoca e di gran moda che passeggiano riparandosi con graziosi ombrellini. Poi, canottieri che riposano dopo la competizione e, quindi, bambini che giocano composti. Alcuni animali da compagnia seguono i loro padroni. Al seguito di una coppia di signori borghesi si può vedere una scimmietta al guinzaglio. La Senna scorre a sinistra e sull’acqua scivolano alcune piccole imbarcazioni.

La Grand-Jatte cristallizzata in un universo di puntini colorati

L’interesse principale di George Seurat era di condurre una ricerca e approfondire la sua conoscenza sul comportamento della luce. Seurat è definito un artista Postimpressionista, quindi, interessato anche al recupero delle forme nei dipinti. Come gli impressionisti fu interessato ad applicare la ricerca scientifica condotta sul comportamento della luce. Diversamente da loro, invece, attuò il recupero di un preciso contorno per creare forme più definite. Il puntinismo che caratterizza la sua tecnica si basa sull’accostamento di punti di colore. Le figure, quindi, vengono dipinte con campiture ben circoscritte, ottenute dalla vicinanza dei puntini. I toni di queste campiture sono, poi, la risultante dei diversi puntini colorati secondo le mescolanze indicate dalla teoria cromatica dei primari e dei complementari.

Il colore, lo spazio e la composizione

Le superfici colorate risultanti dall’accostamento dei semplici toni sono molto luminose. Infatti, sulla totalità dei colori emerge il verde chiaro e brillante del prato illuminato dal sole e il verde scuro delle zone d’ombra. In alto, il cielo è coperto dalla chioma verde scura dei numerosi alberi che ricoprono il parco. La Senna è di un bel blu pieno di riflessi, mentre gli abiti dei parigini creano macchie di colore sparse tra gli alberi. Le forme vengono messe in evidenza da contrasti di chiarezza e di complementari.

Lo spazio e la profondità sono costruiti mediante la sovrapposizione delle forme e la progressiva diminuzione delle dimensioni degli oggetti. Il corso della Senna crea un taglio compositivo sulla sinistra mentre i tronchi degli alberi scandiscono lo spazio con colonne di un edificio.

Consulta la pagina dedicata al dipinto di George Seurat, Una domenica pomeriggio all’isola della Grande-Jatte, dell’Art Institute di Chicago