La Mattanza di Aligi Sassu

La Mattanza di Aligi Sassu raffigura una pratica di pesca massiva ai tonni utilizzata dai pescatori del Mediterraneo durante un preciso momento dell’anno.

Aligi Sassu, La Mattanza, olio su tela, cm 145 x 200. Genova, Galleria d’Arte Moderna

Indice

Descrizione de La Mattanza di Aligi Sassu

Cinque marinai sono allineati sul bordo del loro peschereccio e sollevano i pesci catturati. Infatti un grosso tonno è già all’interno dello scafo dietro le spalle dei pescatori. Il mare inoltre è mosso dai tanti tonni che si agitano nel tentativo di sfuggire alla cattura. La superficie dell’acqua è poi di colore rosso a causa del gran numero di pesci arpionati e del loro sangue che colora le onde.

Interpretazioni e significati de La Mattanza di Aligi Sassu

Il dipinto rappresenta una pratica di pesca stagionale che si compie nel Mediterraneo. I pescatori organizzano un’azione di raccolta dei branchi di tonni aiutandosi con grandi reti. Una volta riuniti molti pesci sono imprigionati da un recinto di reti. I pescatori intervengono così arpionando i tonni per ucciderli e issarli sulla barca.

Il colore rosso usato già da Sassu in molte opere nel periodo della Seconda Guerra Mondiale non ha un particolare significato simbolico. Infatti nel secondo dopoguerra Sassu si dedicò ad una forma di pittura realista per mettere in evidenza alcune questioni sociali. L’artista dipinse anche la condizione dei Minatori e dei lavoratori del porto di Savona.

L’analisi dell’opera continua dopo questo avviso!

Scuola 2021-2022

Storia dell’arte. A breve troverai approfondimenti sulle principali epoche della Storia dell’Arte

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

I Committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

La Galleria d’Arte di Genova acquistò l’opera di Aligi Sassu intitolata La Mattanza presso la prima Biennale Internazionale d’arte Marina di Genova del 1951. È inserita nella raccolta “Acquisti negli anni Cinquanta del Novecento“.

La storia dell’opera La Mattanza di Aligi Sassu

La Gam di Genova acquisì il dipinto di Aligi Sassu intitolato La Mattanza nel 1951. L’artista era nato a Milano nel 1912 quindi all’epoca dell’acquisizione è da circa 39 anni. Negli anni Trenta tra le opere dell’artista si ritrovano temi legati alla guerra. Invece dagli anni Cinquanta del Novecento Sasso si avvicinò al mondo del lavoro.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile del dipinto La Mattanza di Aligi Sassu

L’opera di Aligi Sassu è un olio ad impasto su tela dalle dimensioni di 145 x 200 cm.

Vucciria di Renato Guttuso

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • CATALOGO GENERALE DELLA PITTURA,Volume primo 1926-1962, ELECTA, 2012, ISBN: 978883708716
  • CATALOGO GENERALE DELLA PITTURA Volume secondo 1963-2000, ELECTA, 2012, ISBN: 978883709033
  • Alfredo Paglione, Aligi Sassu. Catalogo ragionato dell’opera sacra. Ediz. a colori, Silvana, 2017, EAN: 9788836637706

La scheda è quasi completa. Ancora qualche giorno di pazienza, grazie per la tua visita!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 15 gennaio 2020.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Aligi Sassu intitolate:

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Aligi Sassu, La Mattanza, sul sito della Galleria d’Arte Moderna di Genova.

Chiedi di completare la scheda o di aggiungere un approfondimento

ADP plus

Ti serve l’analisi completa dell’opera? Oppure la biografia dell’artista? Invia una e-mail con il titolo dell’opera o il nome dell’artista a: redazione@analisidellopera.it gli aggiornamenti saranno pubblicati esclusivamente sul sito. Non inviamo materiali tramite e-mail.

È gratuito e troverai l’aggiornamento sulla scheda pubblicata.