Giotto, Madonna di Ognissanti

Giotto ricerca la realtà di espressione, nei volti e nella rappresentazione delle emozioni, con la posizione di corpi, nella scelta di soggetti popolari e situazioni quotidiane.

Giotto, Madonna di Ognissanti, 1300-1310, tempera su tavola, cm 325 x 204. Firenze, Galleria degli Uffizi

Quest’opera è nota anche con il nome di Madonna col Bambino in Maestà.

Come in tanti casi, la Maestà in trono, si riferisce ad una rappresentazione che pone al centro dell’opera,  su di un trono, un personaggio importante della religione. Vai alla pagina della Maestà di Duccio di Buoninsegna. Le ali degli angeli sono già di uccello ma hanno i colori delle ali farfalla.

Le aureole possiedono una solida consistenza attraverso la foglia d’oro. Sono concepite come un particolare appartenente alla realtà fisica.

Giotto, Madonna di Ognissanti, particolare
Giotto, Madonna di Ognissanti, particolare

 

color_lens

I colori sono vivi ma reali, modulati con chiaroscuro che crea zone di colore chiaro e scuro per rappresentare le ombre.

Giotto, Madonna di Ognissanti, particolare
Giotto, Madonna di Ognissanti, particolare

 

brightness_low

La luce è frontale e, ancora di tipo ideale.

 

La composizione è simmetrica e centrata in modo determinato sulla Vergine in trono che crea una nicchia, virtuale, centrale. Ai lati vi sono gli spazi, speculari, riservati agli angeli.

Giotto, Madonna di Ognissanti, particolare
Giotto, Madonna di Ognissanti, particolare

Le schiere di angeli, ai lati della Vergine, formano una mandorla orizzontale.

Giotto, Madonna di Ognissanti, particolare
Giotto, Madonna di Ognissanti, particolare

La Madonna di Ognissanti è importante perché è stata dipinta con una nuova idea dello spazio. Le linee prospettiche convergono verso un asse centrale. Questa organizzazione prospettica e il chiaroscuro delle figure, permettono di costruire uno spazio solido e credibile. Lo spazio perde il carattere di irrealtà divina per acquistare la solidità del quotidiano, cifra stilistica di Giotto.

Giotto, Madonna di Ognissanti, particolare
Giotto, Madonna di Ognissanti, particolare

Gli angeli diventano persone dotate di volume che dialogano fisicamente con la Madonna e il Bambino.

Due angeli sono inginocchiati in primo piano.

Giotto, Madonna di Ognissanti, particolare
Giotto, Madonna di Ognissanti, particolare

Altri angeli sono in piedi, disposti su piani diversi.

Giotto, Madonna di Ognissanti, particolare
Giotto, Madonna di Ognissanti, particolare

Alcuni personaggi sono ritratti dietro a parti del trono. Nelle zone del quadro nelle qualità prospettiva di sovrapposizione  si associa a fuga prospettica si ottiene un primo effetto di solida realtà.

Giotto è stato l’artista che ha iniziato il processo di naturalismo figurativo. Il chiaroscuro da solidità e volume ai corpi.

Giotto, Madonna di Ognissanti, particolare
Giotto, Madonna di Ognissanti, particolare

Il modellato volumetrico si apprezza nel grembo della Vergine. Le ginocchia coperte dal panneggio modellato hanno un forte senso di solidità.

 

Giotto è considerato l’artista che riassume le ricerche compiute nel corso della seconda metà del Duecento, per rinnovare la cultura figurativa.