Autoritratto di Joseph Mallord William Turner

Un Autoritratto dipinto da William Turner in giovane età. L’occasione fu forse la sua nomina a membro della Royal Accademy perché riconosciuto un artista di grande abilità tecnica e forte sensibilità artistica.

Joseph Mallord William Turner, Autoritratto, 1799 ca., olio su tela, 74,3 x 58,4 cm. Londra, Tate Britain

Descrizione. Un giovane pittore già molto famoso

William Turner realizzò questo autoritratto intorno ai 24 anni. La datazione è stata fissata al 1799 circa, dagli studiosi della vita del maestro. Intorno a quella data infatti Turner fu eletto come socio della Royal Accademy. Questo importantissimo riconoscimento gli venne conferito grazie alla sua padronanza tecnica già a livello di un artista maturo. Le sue qualità, inoltre erano riconosciute anche dalla critica. I giornali infatti indicavamo William Turner appena ventenne come un artista sul quale investire.

Nell’immagine del suo Autoritratto l’artista si rappresenta in modo diretto, frontale e molto sicuro di se’. La giacca scura si confonde con il fondo. Il gilet chiaro, invece crea una lama di luce che sale verso il viso. Il fazzoletto bianco è annodato con più giri intorno al collo come in uso al tempo. Si ritrova infatti in molti ritratti dell’epoca tra i quali Monsieur de Norvins di Ingres.

I Committenti e la storia espositiva

Alla Tate Britain grazie il lascito di Turner del 1856.

Lo stile dell’Autoritratto di Joseph Mallord William Turner

Il fondo bruno e scuro si sfuma e si confonde con la giacca indossata da William Turner. Questo effetto ambientale sarà il tratto distintivo dell’artista. Infatti nei suoi dipinti della piena maturità i paesaggi naturali e le vedute saranno caratterizzate dall’uso di vortici colorati e amalgama di colori. A partire dal Gilet verso il volto la definizione delle forme aumenta per arrivare alla fisionomia interpretata con pennellate sommarie ma descrittive. Il colori sono caldi e avvolgenti e rendono l’immagine di William Turner serena e piacevole. La luce illumina in pieno il volto dell’artista e crea un debole chiaroscuro. Altra componente principale del linguaggio di William Turner fu l’assenza di modellati decisi. Piuttosto le forme si dissolvono nel paesaggio e nelle spettacolari tempeste  marine, nelle vedute metropolitane o dell’amata Venezia.

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Joseph Mallord William Turner, Autoritratto, sul sito della Tate Britain di Londra.