Il trionfo della morte di Pieter Bruegel il Vecchio

Una visione terrificante è il soggetto del dipinto Il trionfo della morte di Pieter Bruegel il Vecchio. Si tratta di un dipinto dal significato morale o il ricordo del massacro compiuto nelle Fiandre dall’esercito spagnolo.

Pieter Bruegel il Vecchio, Il trionfo della morte, 1562-1563, tempera e olio su tavola, cm 117 X 162. Madrid, Museo del Prado

Descrizione. La morte miete le sue vittime e non risparmia  nessuno

Il trionfo della morte è un dipinto terrificante di Pieter Bruegel il vecchio. Il tema è quello della vittoria della morte sull’umanità. Nel dipinto infatti è raffigurato un paesaggio devastato e apocalittico. Ovunque si osservano scene tragiche e di desolazione. Al centro del dipinto la morte, rappresentata da uno scheletro, cavalca un cavallo magrissimo, e solleva in alto la falce con la quale miete sue vittime. Ad essere colpite sono cosi persone di ogni ceto e classe sociale.

La morte spinge una folla di persone verso una trappola presidiata da due enormi schiere di scheletri. I morti viventi si proteggono con coperchi di bare usati come scudi. Nell’angolo di sinistra in basso poi perfino un sovrano non viene risparmiato dalla carneficina. Nell’angolo di destra, in basso, invece, due innamorati cantano e sembrano non accorgersi di cosa accade intorno a loro. Dietro le loro teste, però anche la morte canta e li attende. Una lettura storica di questo dipinto lo considera una critica alle stragi perpetrate nelle Fiandre dalla Spagna. Infatti su tutta la superficie del dipinto sono identificabili diverse tipologie di supplizio.

Lo stile del dipinto Il trionfo della morte di Pieter Bruegel il Vecchio

Le diverse scene contribuiscono alla visione di insieme ma sono comunque apprezzabili come racconti isolati. La cifra stilistica di Pieter Bruegel il Vecchio in questo caso è l’horror vacui, cioè la tendenza, tipica del Nord europa, a riempire ogni spazio disponibile della superficie dipinta con oggetti o dettagli. Le figure umane inoltre sono dipinte con fisionomie grottesche ed espressioni spaventose che descrivono atmosfere espressionista. Queste caratteristiche sono le stesse che si ritrovano in molti dipinti di Hieronymus Bosch.

La Composizione e l’inquadratura

Le figure si affollano su tutta la superficie del dipinto addensandosi verso il quadrante di destra nel quale le schiere degli scheletri convogliano gli umani all’interno della macchina mortale. Il movimento che si viene a creare, a partire dal carro che trascina i teschi da sinistra e termina nella bocca letaĺe.

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Pieter Bruegel il Vecchio, Il trionfo della morte, sul sito del Museo del Prado di Madrid.