Ritratto di Eleonora di Toledo di Agnolo Bronzino

Il Ritratto di Eleonora di Toledo di Agnolo Bronzino raffigura la giovane moglie del Granduca di Toscana Cosimo I de’ Medici.

Agnolo Bronzino, Ritratto di Eleonora di Toledo, 1543 circa, olio su tavola, 59 × 46 cm. Praga, Národní Galerie

Indice

Descrizione del Ritratto di Eleonora di Toledo di Agnolo Bronzino

Eleonora di Toledo è rivolta a sinistra con il viso orientato verso il fronte del dipinto. La nobildonna inoltre ha la mano destra elegantemente posata sul busto all’altezza della vita.

Interpretazioni e simbologia del Ritratto di Eleonora di Toledo

Il Bronzino realizzò molti ritratti della famiglia di Cosimo I de’ Medici. Eleonora di Toledo era la sua nobile consorte che compare anche in altri dipinti dell’artista.

I Committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

Il ritratto di Eleonora di Toledo di Agnolo Bronzino è esposto presso la Národní galerie di Praga.

La storia del Ritratto di Eleonora di Toledo di Agnolo Bronzino

Il Ritratto di Eleonora di Toledo risale al 1543 circa un anno in cui il Bronzino compiva 40 anni ed era ormai diventato un famoso ritrattista a Firenze.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile del Ritratto di Eleonora di Toledo di Agnolo Bronzino

Agnolo Bronzino nacque nel 1503 a Firenze ed è considerato un importante interprete dello stile manierista italiano. Fu un artista molto attivo alla corte di Cosimo I de’ Medici prima duca di Firenze e in seguito granduca di Toscana. Oltre a importanti ritratti realizzò anche opere a carattere mitologico e religioso.

Il Bronzino dipinse scene e ritratti dalle atmosfere algide e spesso metafisiche. I personaggi e le figure dipinte paiono isolate nei loro volumi semplici ed eleganti. I colori poi sottolineano il suo Manierismo derivato dal maestro Jacopo Pontormo. Infatti i personaggi sembrano ritratti con colori metallici e brillanti mentre le fisionomie sono idealizzate e di colori chiari e diafani.

La tecnica

Il Ritratto di Eleonora di Toledo è un dipinto ad olio realizzato su tavola di legno dalle dimensioni di 59 x 46 cm.

Il colore e l’illuminazione

La figura dai colori caldi della nobildonna si staglia decisamente contro lo sfondo freddo e azzurro.

L’illuminazione mette poi in evidenza l’ovale perfetto di Eleonora e la mano posata elegantemente contro il busto. Il chiaroscuro inoltre è molto delicato e modella morbidamente le forme della giovane donna.

Lo spazio

Eleonora di Toledo è dipinta di fronte ad una edicola architettonica immersa nell’ombra. L’ambiente è quindi un interno illuminato con una debole luce.

La composizione e l’inquadratura

Il ritratto di Eleonora di Toledo è di forma ovale e l’inquadratura verticale permette alla sua immagine di risaltare grazie allo sfondo che la separa dall’ambiente espositivo.

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • Antonio Paolucci, Bronzino. Ediz. illustrata, 2002, Giunti Editore, Collana: Dossier d’art, EAN: 9788809026421
  • C. Falciani, A. Natali, Bronzino. Pittore e poeta alla corte dei Medici. Catalogo della mostra (Firenze, 24 settembre 2010-23 gennaio 2011), 2010, EAN: 9788874611539
  • Antonio Geremicca, Agnolo Bronzino. «La dotta penna al pennel dotto pari», Universitalia, Collana: Horti Hesperidum. Monografie, 2013, EAN:9788865073407, ISBN:8865073403
  • Agnolo Bronzino: The Muse of Florence, New Academia Publishing, LLC, 2014 EAN:9780991504770, ISBN:0991504771

La scheda è completa. Periodicamente troverai ulteriori approfondimenti, a presto!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 1 dicembre 2019.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Agnolo Bronzino intitolate:

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Agnolo Bronzino, Ritratto di Eleonora di Toledo, sul sito della Národní Galerie di Praga.