Madonna col Bambino e Santi di Agnolo Bronzino

Madonna col Bambino e Santi di Agnolo Bronzino raffigura la Vergine affiancata da San Giovannino e Sant’Anna, la madre di Maria.

Agnolo Bronzino, Madonna col Bambino e Santi, 1540 circa, tempera su tavola, misure. Londra, National Gallery

Indice

Descrizione del dipinto Madonna col Bambino e Santi di Agnolo Bronzino

La Vergine è in piedi al centro del dipinto e tiene in braccio il Bambino che si trova a destra dell’opera. Con il braccio sinistro invece abbraccia il piccolo San Giovanni. Dietro Maria, a destra si intravede una anziana donna.

Interpretazioni e simbologia di Madonna col Bambino e Santi di Agnolo Bronzino

La Vergine dall’aspetto molto giovane indossa la tradizionale veste rossa che anticipa il sangue versato da Gesù sulla croce. Il mantello blu invece si riferisce alla Chiesa universale e all’attributo di Maria di “Regina caeli”, cioè Regina del cielo o Regina del Paradiso.

San Giovannino invece è riconoscibile dalla croce astile che anticipa la sua predicazione nel deserto per ricordare l’avvento del Messia.

Maria poi stringe un libro chiuso che si riferisce alle sacre scritture nelle quali viene anticipata la nascita di Cristo.

Infine Gesù Bambino porge alla Madre dell’uva o delle ciliege prese dalla ciotola che tiene nella sinistra. Anche questi frutti con il loro colore rosso simboleggiano la futura morte per crocifissione di Gesù.

I Committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

La Madonna col Bambino e Santi del Bronzino è un dipinto custodito presso la National Gallery di Londra.

La storia dell’opera Madonna col Bambino e Santi di Agnolo Bronzino

Bronzino dipinse l’opera intorno al 1540 negli anni in cui era già un importante ritrattista della corte di Cosimo I de’ Medici.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile dell’opera Madonna col Bambino e Santi di Agnolo Bronzino

Il Bronzino è noto per essere uno dei più importanti manieristi italiani. Nacque in un sobborgo di Firenze, a Monticelli, nel 1503 e lavorò per quasi tutta la vita nella città toscana. Fu un ricercato ritrattista ma realizzò anche dipinti a carattere religioso e mitologico. Fu un artista di riferimento della corte di Cosimo I de’ Medici.

I dipinti di Agnolo Bronzino presentano molte caratteristiche in comune con quelle del suo maestro Jacopo Pontormo. Le caratterizza la raffinatezza della pittura, i colori metallici e brillanti e L’eleganza delle posizioni dei personaggi ritratti.

La tecnica

Il dipinto di Agnolo Bronzino è probabilmente una tempera su tavola.

Il colore e l’illuminazione

Dal fondo scuro emergono i toni caldi degli incarnati e degli abiti. Inoltre i colori più brillanti sono il rosso dell’abito della Vergine e il blu del suo manto. Il viso dell’anziana invece è dipinto con toni tendenti al grigio per metterla in secondo piano ed in leggera ombra.

Lo spazio

I personaggi della tavola che raffigura la Madonna col bambino e i santi sono tutti dipinti nel primo piano. Il paesaggio è visibile solo in alto in una piccola porzione del dipinto. Dietro le figure Infatti si alza una parete rocciosa e sulla sinistra si nota la porta si apre tra le mura fortificate di un centro abitato.

La composizione e l’inquadratura

Il dipinto intitolato Madonna col Bambino e santi è un’opera rettangolare sviluppata in altezza. Al centro dell’immagine è dipinta la Vergine a mezza figura. Sulla verticale centrale è quindi disposto il busto di Maria mentre la parte sinistra è occupata dal corpo del Bambino. A destra invece in alto si trova il volto della Santa e in basso San Giovannino.

L’incrocio delle diagonali coincide poi con il ventre della Vergine. La struttura compositiva è di tipo obliquo infatti i visi dei due bambini sono poggiati sulla diagonale che sale dall’angolo in basso a destra. Infine i quattro volti dei personaggi unendosi formano un triangolo compositivo con il vertice in basso che coincide con il viso di San Giovannino.

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • Antonio Paolucci, Bronzino. Ediz. illustrata, 2002, Giunti Editore, Collana: Dossier d’art, EAN: 9788809026421
  • C. Falciani, A. Natali, Bronzino. Pittore e poeta alla corte dei Medici. Catalogo della mostra (Firenze, 24 settembre 2010-23 gennaio 2011), 2010, EAN: 9788874611539
  • Antonio Geremicca, Agnolo Bronzino. «La dotta penna al pennel dotto pari», Universitalia, Collana: Horti Hesperidum. Monografie, 2013, EAN:9788865073407, ISBN:8865073403
  • Agnolo Bronzino: The Muse of Florence, New Academia Publishing, LLC, 2014 EAN:9780991504770, ISBN:0991504771

La scheda è completa. Periodicamente troverai ulteriori approfondimenti, a presto!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 9 dicembre 2019.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Agnolo Bronzino intitolate:

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Agnolo Bronzino, Madonna col Bambino e Santi, sul sito del National Gallery di Londra.