Ritratto del figlio Paul di Paul Cézanne

Il Ritratto del figlio Paul di Paul Cézanne è considerata la migliore di tante opere che l’artista dedicò al suo primogenito.

Paul Cézanne, Ritratto del figlio (Portrait du fils de l’artiste), 1881 – 1882, olio su tela, 38 x 38 cm. Parigi, Musée de l′Orangerie

Indice

Descrizione del Ritratto del figlio Paul di Paul Cézanne

Il piccolo Paul pare seduto sul bracciolo di una poltrona. Infatti, sulla destra del dipinto si nota uno schienale. Il giovane è poi rivolto a sinistra e mostra un’espressione assorta e seria. I capelli scuri sono corti e ordinati. Inoltre indossa un semplice maglioncino. Infine lo sfondo è privo di arredi e pare essere una parete colorata di azzurro.

Interpretazioni e simbologia

Paul Cézanne figlio nacque il 4 gennaio 1872 a Parigi. Cézanne tenne nascosta per molto tempo l’esistenza di questo figlio illegittimo alla sua famiglia. Egli però voleva molto bene al bambino. Cézanne, considerava molto intelligente il primogenito. Infatti giustificava al mercante Ambroise Vollard suo amico anche la mania del bambino di perforare le tele in corrispondenza di camini e finestre. Considerava tale gesto del piccolo come il segno che riconosceva il disegno degli infissi nei dipinti del padre.

Il piccolo Paul disegnava anche nei quaderni degli schizzi di Cézanne. Spesso infatti realizzava degli scarabocchi che coprivano i disegni del padre. L’artista amava molto il ragazzo e lo ritrasse più volte con disegni e quadri ad olio.

I Committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione del Ritratto del figlio Paul di Paul Cézanne

Ambroise Vollard, mercante e amico di Cézanne fu il primo proprietario dell’opera fino al 1931. Il dipinto divenne poi parte della collezione di Jean Walter e Paul Guillaume. Il Ritratto del figlio Paul si trova ora esposto presso il Musée de l′Orangerie di Parigi.

La storia dell’opera

Cézanne realizzò diversi schizzi e ritratti di suo figlio Paul. Il ritratto conservato presso il Musée de l′Orangerie di Parigi rappresenta il figlio in giovane età. Inoltre è riconosciuto come il migliore tra i tanti. L’apparente età del figlio fa poi pensare che il ritratto risalga agli anni ottanta dell’Ottocento. Inoltre lo stile è nitido e simile a certi paesaggi provenzali realizzati tra il 1883 e il 1884.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile del Ritratto del figlio Paul di Paul Cézanne

Il Ritratto del figlio Paul rappresenta un esempio della sperimentazione formale di Cézanne intorno al 1880. Infatti, le forme del ragazzo sono semplificate. Inoltre le componenti dell’immagine collassano sulla superficie del dipinto azzerando lo spazio tridimensionale. Infine l’immagine è caratterizzata da una particolare nitidezza del disegno e dalle pennellate morbide. Tale modalità corrisponde infatti ad alcuni paesaggi realizzati intorno alla metà degli anni ottanta in Provenza.

La tecnica

Il dipinto è un olio su tela dalle dimensioni di 38 x 38 cm.

Il colore e l’illuminazione

Il Ritratto presenta toni freddi e tendenti al grigio. Il contrasto di luminosità più forte è prodotto dalla poltrona scura e dagli abiti di Paul dipinti contro lo sfondo verde-blu. Inoltre un minimo contrasto di complementarietà e di temperatura cromatica si forma tra la poltrona a destra e la parte sinistra del dipinto.

Lo spazio

L’immagine è priva di indicatori spaziali. Cézanne concentrò, infatti, la sua attenzione sulla superficie bidimensionale della tela. Le relazioni spaziali tra le figure si colgono quindi grazie all’accostamento dei colori e dei contrasti. In tal modo l’artista aprì la strada alle Avanguardie, in particolare al Cubismo che sviluppò la componente bidimensionale della tela.

La composizione e l’inquadratura

La forma del dipinto è quadrata e l’inquadratura è di tipo fotografico. Infatti è molto stretta intorno alla figura e ritaglia il ritratto di Paul lasciando fuori anche gran parte della poltrona. La struttura compositiva poi è basata su linee curve come quelle dello schienale della poltrona, delle spalle e del collo del giovane. Anche il volto è semplificato attraverso forme morbide e arrotondate. Infine è molto evidente il profilo curvo dei capelli sulla fronte che riprende altre curve presenti nell’opera.

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • Marisa Vescovo, Cézanne. Ediz. illustrata, 22 dicembre 1998, Giunti Editore, Collana: Dossier d’art, EAN: 9788809761711
  • C. Pescio, Cézanne. Vita d’artista, 22 febbraio 2006, Giunti Editore Collana: Vita d’artista, EAN: 9788809045163
  • Cézanne, 12 giugno 2007, Mondadori Electa, Collana: Arte. Grandi monografie, EAN: 9788837046972

La scheda è completa. Periodicamente troverai ulteriori approfondimenti, a presto!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 5 luglio 2019.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Paul Cézanne intitolate:

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Paul Cézanne, Ritratto del figlio, sul sito del Musée de l′Orangerie di Parigi.