La benedizione dei campi di grano di Jules Breton

La benedizione dei campi di grano di Jules Breton documenta la tradizionale processione delle Rogazioni che si svolgeva nei tre giorni che precedono l’Ascensione.

Scheda in preparazione. Richiedi la pubblicazione dell’Analisi di quest’opera con una e-mail a: redazione@analisidellopera.it Troverai l’analisi sul sito. Non inviamo file di contenuto attraverso e-mail. Tieni conto che l’analisi dell’opera richiede qualche giorno, quindi non sarà pubblicata nel momento della richiesta.

Jules Breton, La benedizione dei campi di grano, 1857, olio su tela, 128 x 318 cm. Parigi, museé d’Orsay

L’analisi dell’opera continua dopo questo avviso!

Scuola 2021-2022

Storia dell’arte. A breve troverai approfondimenti sulle principali epoche della Storia dell’Arte

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Articolo correlato

La processione di Giuseppe Pellizza da Volpedo
Processione a Prestinone di Val Vigezzo di Carlo Fornara

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • La pittura al Museo d’Orsay. Testi di Michel Laclotte, Geneviève Lacambre, Anne Distel, Claire Frèches-Thory, Marc Bascou. Premessa di Françoise Cachin, Scala, 1995 EAN: 2560460022700
  • Simona Bartolena, Parigi Musèe d’Orsay, Il Sole 24 Ore, 2005, EAN: 2570140011214
  • Musee d’Orsay – La Guida delle Collezioni, RMN, 2006, EAN: 2570140229985

Scheda in aggiornamento. Torna fra qualche giorno e troverai ulteriori approfondimenti!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 13 novembre 2021.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Jules Breton intitolate:

Leggi La vita e tutte le opere di Jules Breton

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Jules Breton, La benedizione dei campi di grano, sul sito del museé d’Orsay di Parigi.

Grazie per aver consultato ADO

ADO content