L’addio del volontario di Vincenzo Cabianca

L’addio del volontario di Vincenzo Cabianca è un dipinto giovanile che rivela l’interesse dell’artista verso temi sociali e romantici.

Vincenzo Cabianca, L’addio del volontario, 1858, olio su tela, cm 77,8 x 92. Livorno, Museo Civico Giovanni Fattori

Indice

Descrizione del dipinto L’addio del volontario di Vincenzo Cabianca

Un ragazzo in divisa abbraccia una giovane e porge la mano ad un uomo molto anziano. Il volontario veste un pastrano blu, un cappello e porta uno zaino sulle spalle. Anche l’anziano è coperto da un lungo cappotto e siede di profilo su una poltroncina. La giovane stringe il ragazzo e guarda con tristezza l’anziano che sembra salutare rassegnato. L’interno della stanza è umile e povero. Infatti a destra su una cassa sono posati una pipa, alcuni cocci e una coperta colorata. In basso poi un gatto osserva la scena. Infine dalla finestra in alto a destra si intravedono le abitazioni del centro abitato.

Suggerimenti e link utili per implementare una corretta didattica online o didattica a distanza, nel periodo di emergenza virus. Consulta la pagina: Didattica online.

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

Comincia a pensare all’esame. Consulta la pagina: Tesi, tesine o mappe concettuali.

I Committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

Eugenio Sansoni sindaco di Livorno nel 1877 donò l’opera di Cabianca al Comune destinandola alla Pinacoteca da poco inaugurata. Si trova ora al museo Civico Giovanni Fattori di Livorno.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile del dipinto L’addio del volontario di Vincenzo Cabianca

Cabianca è un artista noto per le sue opere in stile macchiaiolo. Infatti fece parte del gruppo del Caffè Michelangelo e dipinse molti paesaggi utilizzando la macchia.

In quest’opera invece, dipinta intorno ai 25 anni si coglie il linguaggio giovanile. Cabianca in questi anni si applicò alla pittura quotidiana con risvolti romantici e risorgimentali. Inoltre l’artista utilizzò una sottile trama di pennellate per descrivere anche piccoli dettagli della scena.

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • F. Dini, Cabianca e la civiltà dei macchiaioli, Polistampa, 2007, EAN: 9788859602095

Scheda in aggiornamento. Torna fra qualche giorno e troverai ulteriori approfondimenti!

Scheda in aggiornamento. Torna fra qualche giorno e troverai ulteriori approfondimenti!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 24 novembre 2019.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Artista intitolate:

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Vincenzo Cabianca, L’addio del volontario, sul sito del Museo Civico Giovanni Fattori di Livorno.