Donne in giardino di Claude Monet

Un gruppo di ragazze passeggia nel mezzo del verde di un giardino. Donne in Giardino, di Claude Monet, rappresenta uno dei primi esempi di pittura en plein air che porterà alla rivoluzione impressionista.

Claude Monet, Donne in giardino, 1866, olio su tela, cm 255 X 205. Parigi, Musée d’Orsay

La luce del sole filtra tra gli alberi nel dipinto Donne in giardino di Claude Monet

Il dipinto Donne in giardino, raffigura un momento vissuto all’aria aperta nel cortile di casa. Il dipinto, di notevoli dimensioni, raffigura una scena con quattro personaggi ambientata fra la vegetazione di un giardino. Le quattro giovani donne sostano lungo una stradina sterrata, nei pressi di un esile alberello. Una di loro è seduta in primo piano e ordina, con una espressione felice, i fiori che ha appena colto. La giovane si ripara dal sole con un ombrellino da passeggio.

Suggerimenti e link utili per implementare una corretta didattica online o didattica a distanza, nel periodo di emergenza virus. Consulta la pagina: Didattica online.

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

Comincia a pensare all’esame. Consulta la pagina: Tesi, tesine o mappe concettuali.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Altre due, poi, conversano sulla sinistra mentre una di loro odora il mazzo di fiori che ha tra le mani. Sembrano colte in un momento di pausa, nel mentre cercano di assaporare il momento. La quarta fanciulla, verso sinistra, si appresta a cogliere dei fiori bianchi su di un cespuglio, poco più avanti. Le ragazze sono completamente immerse nel verde del prato e del fogliame che copre quasi interamente la vista del cielo. I loro abiti ampi e vaporosi le trasformano in esseri leggeri quali farfalle che volano tra i fiori.

lo stile. Le prime sperimentazioni per trasformare le forme in impressioni

Il dipinto Donne in Giardino è considerato un’opera molto importante perché rappresenta una delle prime sperimentazioni di Claude Monet di pittura en plein air. Iniziato a Ville d’Avray e terminato a Honfleur, questo dipinto non è ancora completamente impressionista ma mostra alcune caratteristiche di novità. L’uso della pennellata è libero, è assente il modellato tramite chiaroscuro e, infine, lo spazio non viene costruito tramite la prospettiva lineare. Le figure sono di grande formato, particolare che ricorda la pittura celebrativa accademica. Lo stile, però, soprattutto nella stesura delle pennellate e nell’uso di campiture quasi bidimensionali, fu di gran rottura. Fu, infatti, rifiutato al Salon del 1867 per via della trama pittorica giudicata offensiva. Fu, però accolto con successo presso il Salon des Refusé perché giudicato innovativo e di rottura con lo stile accademico ufficiale.

Il colore e la luce. Il sole filtra tra i rami degli alberi

Nel dipinto Donne in giardino, del 1866 Claude Monet iniziò a studiare i riflessi della luce solare che filtra in basso tra i rami degli alberi. La luce atmosferica viene riprodotta mediante la contrapposizione di colori puri e contrasti di complementari. Nel dipinto Claude Monet riproduce l’impressione dell’aria che si muove nel paesaggio e intorno alle ragazze ritratte. Le stoffe bianche degli abiti riflettono la luce abbagliante del sole. Le ombre iniziano ad essere debolmente colorate con colori complementari alle luci.

Lo spazio, la composizione e l’inquadratura

La tecnica che utilizzò Claude Monet per costruire lo spazio nel quale si muovono le ragazze è essenzialmente la sovrapposizione delle figure. L’abito della ragazza a terra indica una dimensione dello spazio occupato. Le figure in secondo piano, invece, risultano quasi sagome luminose contro il fondale verde del giardino. Sono gli effetti ed i contrasti tra luce ed ombra a suggerire una spazialità, supportata, anche dalla prospettiva di grandezza del fogliame reso con singole pennellate o piccole campiture uniformi. Il taglio dell’inquadratura è di tipo fotografico.

La stradina si interrompe sul bordo inferiore creando un ampio spazio d’ombra. Sulla sinistra, poi, la figura della ragazza subisce un taglio netto nell’abito, nella parte posteriore. Questa scelta, per nulla accademica, fu, probabilmente, motivata da una intenzione precisa di Monet. L’artista, infatti era intenzionato a restituire una impressione di immediatezza, futura cifra della tecnica impressionista. Il dipinto considerato manifesto dell’Impressionismo è proprio di Claude Monet e si intitola Impressione, sole nascente.

Claude Monet dipinge en plein air sulle rive della Senna con il gruppo impressionista

Claude Monet, intorno al 1862 a Parigi si unì ad un gruppo di artisti con i quali si recò a dipingere sulle rive della Senna e dell’Oise. Edgar Degas, Pierre-Auguste Renoir e Camille Pissarro.  Gli artisti vennero ispirati dalle idee progressiste e dai dipinti scandalosi di Edouard Manet.

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Claude Monet, Donne in giardino, del Musée d’Orsay di Parigi.