Un uomo e una donna in contemplazione della luna di Caspar David Friedrich

Sotto ad un cielo notturno Caspar David Friedrich dipinge Un uomo e una donna in contemplazione della luna per descrivere la solitudine del singolo perso nell’infinita natura.

Caspar David Friedrich, Un uomo e una donna in contemplazione della luna, 1819, olio su tela, cm 34 X 44. Berlino, Alte Nationalgalerie

Un uomo e una donna in contemplazione della luna è un paesaggio notturno dipinto da Caspar David Friedrich

Nel periodo Romantico questo soggetto era piuttosto diffuso poiché si prestava a rappresentare la notte come momento di meditazione spirituale. Il dipinto offre una lettura religiosa alludendo alla luce di Cristo che illumina l’umanità. Friedrich utilizza, infatti, immagini simboliche per rimandare a concetti religiosi. La quercia sradicata rimanda, così, al passato pagano. L’albero coperto di foglie che protegge la coppia di spalle, invece, è il presente cristiano. Nella letteratura artistica si trovano altre interpretazioni del dipinto. Alcune alludono alla morte contro la vita, la vecchiaia contro la speranza. I dipinti di Friedrich, molto allusivi si prestano a varie interpretazioni filosofiche e spirituali.

Il colore. Nei suoi paesaggi romantici, Friedrich inserisce sagome umane per rappresentare la sua poetica romantica

La natura infinita e sublime è la vera protagonista del dipinto. I due personaggi dipinti sono i rappresentanti dell’umanità al cospetto del grande spettacolo naturale. In realtà soggetto dei dipinti di Caspar David Friedrich è il rapporto tra Natura infinita e Umanità solitaria e smarrita nella propria sofferente esistenza. Questa esperienza spirituale viene rappresentata attraverso i personaggi visti di schiena e con dimensioni ridotte. La Natura, invece, occupa gran parte del dipinto. Inoltre, è spesso rappresentata nella massima espressione di grandi eventi meteorologici. Il paesaggio, gli alberi e i due personaggi sono in controluce e dipinti con toni scurissimi. La luna è dipinta con il massimo del chiaro e il cielo, nel complesso indaco, con una gamma di variazioni che vanno dal rosa al violetto.

Un paesaggio notturno accoglie Un uomo e una donna in contemplazione della luna

Lo spazio viene costruito attraverso la sovrapposizione di quinte naturali. Sono le curve dei vari pendii della montagna che alternandosi creano l’effetto di profondità. Il controluce appiattisce tutta la scena naturale in primo piano e confonde le figure. Anche i due personaggi sono parte del paesaggio e non si distinguono immediatamente. Lo spazio che crea l’artista, nei suoi dipinti, rappresenta un dialogo fisico e formale tra la natura e l’uomo. Esempio molto noto è il dipinto Viandante davanti al mare di nebbia.

La composizione. L’infinito spazio dell’universo oltre le quinte naturali del paesaggio

La composizione del dipinto Un uomo e una donna in contemplazione della luna ha un andamento panoramico. È identificabile una leggera simmetria centrale creata dalle curve contrarie dei pendii di sinistra e di destra. Anche le due grandi masse di alberi costituiscono pesi visivi disposti a destra e a sinistra. La linearità nervosa e articolata della quercia sradicata possiede un notevole peso visivo. Viene equilibrato, a sinistra dalla massa della conifera e dalle sagome dei due personaggi.

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Caspar David Friedrich, Un uomo e una donna in contemplazione della luna, sul sito della Alte Nationalgalerie di Berlino.