L’Edera di Tranquillo Cremona

L’Edera fu l’ultima opera dipinta da Tranquillo Cremona. L’artista morì infatti a 41 anni avvelenato dal piombo contenuto nei colori testati direttamente sulla pelle.

Tranquillo Cremona, L’Edera, 1878, olio su tela, cm 133 x 99,5. Torino, Galleria d’Arte Moderna

Descrizione. Due ragazzi avvinghiati tra l’edera

Nel dipinto sono immortalati il musicista Alfredo Catalani e Lisetta Cagnoli, cognata di Tranquillo Cremona. I due giovani sono calati all’interno di un ambiente naturale ma dai connotati poco chiari. Il giovane Catalani è infatti seduto su di una roccia muschiata e abbraccia la ragazza. Indossa un abito scuro mentre i capelli sono scompigliati e denotano una personalità creativa. Il momento è sicuramente denso di sentimentalismo. La giovane infatti pur nelle braccia di Catalani sembra resistere ma la sua espressione tradisce il desiderio. A sinistra un ramo di edera scende verso il terreno. Si tratta dell’unica forma naturale. Intorno alla coppia lo sfondo è sfumato e nebuloso, privo di forme riconoscibili.

Il 7 febbraio 2020 si celebra la “Giornata contro il bullismo e il cyberbullismo”. Ecco un approfondimento su opere d’arte che trattano l’argomento Arte e Bullismo. Leggi tutto…

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile del dipinto L’Edera di Tranquillo Cremona

I dipinti di Tranquillo Cremona spesso contengono immagini poco identificabili nelle quali figura e sfondo si confondono. Questo espediente fu utilizzato da Cremona per determinare una maggiore atmosfera nelle scene raffigurate. Gli storici avvicinano il suo lavoro a quello dello scultore Medardo Rosso. Le sculture e le cere dell’artista ricordano la stessa fusione tra figura e spazio come si può osservare in Ecce Puer. Tranquillo Cremona fu un artista poco attratto dal conformismo e il suo stile vaporoso fu molto contestato. I suoi contemporanei non vedevano di buon occhio i suoi soggetti e le sue atmosfere. Questo atteggiamento venne così interpretato come una fuga dalle responsabilità sociali dell’arte.

I committenti

Il dipinto intitolato L’Edera fu commissionato a Tranquillo Cremona da Benedetto Junck. Fu poi destinato ad essere esposto presso la Galleria d’Arte Moderna di Torino dopo la sua morte dal 1920.

Approfondimenti

L’Edera fu l’ultimo dipinto realizzato da Tranquillo Cremona prima della morte. L’artista morì improvvisamente a Milano all’età di 41 anni per avvelenamento da saturnismo. Era solito infatti testare i colori direttamente sulla pelle. I componenti tossici derivati dal piombo, assorbiti dal sangue, causarono una paralisi intestinale.

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Tranquillo Cremona, L’Edera, sul sito della Galleria d’Arte Moderna di Torino.