Tête de soleil di Karel Appel

Tête de soleil di Karel Appel è un’opera nella quale le figure deformate rivelano la poetica espressionista dell’artista, tragica e violenta.

Karel Appel, Tête de soleil, 1961, olio su tela, cm 120,5 X 140,5. Torino, Galleria Civica d’Arte Moderna

Descrizione

Il dipinto di Karel Appel intitolato Tête de soleil propone forme già rappresentate dall’artista in altre opere dipinte o tridimensionali. La superficie è segnata da grovigli di segni e pennellate pastose che creano macchie di vari colori. Al centro, sono riconoscibili, con difficoltà, alcune teste tracciate con velocità e approssimazione.

Interpretazioni e simbologia

Le opere di Appel trasmettono un senso del tragico nella vita del singolo e dell’umanità. Nei suoi dipinti i soggetti principali furono figure umane deformate in modo espressionista.

I committenti, le collezioni e la storia espositiva

Tête de soleil di Karel Appel fu donato alla Gam di Torino dalla Casa Editrice Fratelli Pozzo Salvati Gros Monti e C. di Torino, nel 1964.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Suggerimenti e link utili per implementare una corretta didattica online o didattica a distanza, nel periodo di emergenza virus. Consulta la pagina: Didattica online.

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

Comincia a pensare all’esame. Consulta la pagina: Tesi, tesine o mappe concettuali.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile del dipinto Tête de soleil di Karel Appel

Karel Appel fu un artista conosciuto per aver fatto parte del gruppo Co.br.a dal 1948 al 1951. Appel scelse di usare colori violenti e contrastanti per trasmettere contenuti di forte impatto emotivo. Appel è considerato uno dei precursori dell’Espressionismo astratto.

Amplia la ricerca con alcune opere dell’Espressionismo astratto intitolate: Coca Cola Plan di Robert Rauschenberg, Flag on Orange Field di Jasper Johns.

La tecnica

La stesura del colore è materica e ricorda le esperienze degli artisti informali. Sulla superficie della tela si vengono così a creare spessori e grumi che aumentano il senso di organicità del dipinto.

Il colore e l’illuminazione

Tête de soleil di Karel Appel è un dipinto dalla tonalità prevalente calda. Il colore che acquista maggiore importanza è il giallo, grazie alla sua maggiore estensione. La composizione cromatica dell’opera è violenta e irritante. Le teste sono realizzate con pennellate nere, gialle e rosse. Il giallo ricopre anche una parte dello sfondo nella zona centrale. Il blu, invece, crea una zona più scura a destra, insieme al nero.

I toni utilizzati da Karel Appel sono saturi e contrastanti. Inoltre, si forma un contrasto di temperatura tra la zona occupata dalle teste e la parte a destra, blu e nera. Il fondo bianco crea un altro contrasto di luminosità con le tinte brillanti usate per segnare la superficie.

Lo spazio

Il dipinto di Karel Appel rivela una concezione spaziale bidimensionale. Infatti le teste, pur essendo riferimenti alla realtà visiva, sono concepite come figurazioni tracciate sulla superficie dell’opera. Il dipinto non propone una rappresentazione tridimensionale dello spazio ma si propone come oggetto esso stesso. Tale concezione dello spazio pittorico si fece strada già con le sperimentazioni di Paul Cézanne. Infatti, l’artista è considerato il precursore delle esperienze artistiche moderne, a partire dal Cubismo di Braque e Picasso.

La composizione e l’inquadratura

Il dipinto intitolato Tête de soleil di Karel Appel è orizzontale, tendente al quadrato. Il soggetto dichiarato dal titolo riempie quasi del tutto l’inquadratura. Al centro, i grovigli pittorici che formano le teste sono circoscritti all’interno di una zona circolare. Infine, le loro forme sembrano espandersi verso l’esterno e assumere un movimento rotatorio che rende dinamica la composizione.

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Karel Appel, Tête de soleil, sul sito della Galleria Civica d’Arte Moderna di Torino.