Ritratto di Palmina di Giuseppe Pellizza da Volpedo

Il Ritratto di Palmina è un dipinto di Giuseppe Pellizza da Volpedo nel quale si riscontrano gli insegnamenti del suo maestro, Cesare Tallone.

Giuseppe Pellizza da Volpedo, Ritratto di giovane donna (Ritratto di Palmina), 1888, olio su tela, cm 32,2×42. Torino, Galleria Civica d’Arte Moderna

Descrizione

La giovane ritratta da Giuseppe Pellizza da Volpedo indossa un vestito semplice e modesto dal quale traspare una camicetta molto chiara. La ragazza è rivolta a sinistra e sembra assorta nei suoi pensieri. Infatti, lo sguardo, sembra velato da un leggera tristezza. Inoltre, le labbra della giovane sono strette e sembrano esprimere preoccupazione. La sua acconciatura è semplice e priva di cura. La pelle liscia e tesa rivela la sua giovane età.

I Committenti, le collezioni e la storia espositiva

Francesco Oliviero Chiapello, di Genova, donò nel 1976, Ritratto di giovane donna alla Gam di Torino.

La storia dell’opera

Giuseppe Pellizza da Volpedo dipinse l’opera ritraendo la modella del dipinto Ciliegie, realizzato nel 1888-1889.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

L’analisi dell’opera continua dopo questo avviso!

Scuola 2021-2022

Storia dell’arte. A breve troverai approfondimenti sulle principali epoche della Storia dell’Arte

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile del Ritratto di giovane donna (Ritratto di Palmina) di Giuseppe Pellizza da Volpedo

La struttura dell’opera risente degli insegnamenti appresi all’Accademia Carrara nei corsi di Cesare Tallone. Giuseppe Pellizza da Volpedo riconobbe, infatti, in seguito l’importanza del suo maestro nella sua formazione. Tallone, inizialmente, aderì alla Scapigliatura milanese come altri suoi colleghi, tra i quali Tranquillo Cremona, Giovanni Segantini e Angelo Morbelli. Nel Ritratto di Palmina si colgono i suoi insegnamenti di grande ritrattista. Pellizza da Volpedo , infatti, elaborò la sua tecnica divisionista solo a partire dai primi anni Novanta dell’Ottocento.

La tecnica

Il Ritratto di Palmina di Giuseppe Pellizza da Volpedo è un dipinto realizzato con la tecnica del colore ad olio su tela. Le pennellate non sono separate e il colore è sfumato per rendere le superfici lisce e uniformi. Solamente sullo sfondo sono evidenti le pennellate di colore.

Il colore e l’illuminazione

L’opera di Giuseppe Pellizza da Volpedo è realizzata con colori caldi. Sulla figura della giovane emerge il colore dell’incarnato, ocra-arancio. Il viso, inoltre è dipinto con toni che vanno dal rosa chiaro al bruno per le ombre leggere. Sulle labbra e sull’orecchio vi sono cenni di pittura rossa. I capelli sono di color bruno, molto scuro, mentre l’abito è nero. lo sfondo è ocra dorato, più giallo verso il viso e arancio verso i bordi del dipinto.

La luce colpisce il viso della protagonista da sinistra. Non è evidente se si tratta di una luce ambientale o esterna. Il volto è in piena luce e sembra brillare al centro del dipinto. Anche la camicetta che si intravede sotto il vestito è chiara e luminosa. Le ombre, invece, sono leggere e si scuriscono solamente in prossimità del colletto. Un bagliore sullo sfondo crea un’aura luminosa intorno al volto di Palmina.

Approfondisci con le altre opere di Giuseppe Pellizza da Volpedo intitolate: Lo specchio della vita, Il quarto stato, Valletta verde.

Lo spazio

Il Ritratto di Palmina è raffigurato in primo piano e non vi è modo di stabilire una distanza dalla protagonista al fronte del dipinto. Anche lo sfondo è privo di riferimenti ambientali poiché è realizzato con una campitura uniforme.

La composizione e l’inquadratura

Il dipinto che ritrae la giovane Palmina è verticale. L’inquadratura incornicia classicamente il busto della ragazza che occupa interamente la superficie dell’opera. Intorno alla figura della giovane, Pellizza da Volpedo dispose una zona di sfondo che la isola dallo spazio esterno e la pone in evidenza.

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Giuseppe Pellizza da Volpedo, Ritratto di giovane donna (Ritratto di Palmina), sul sito della Galleria Civica d’Arte Moderna di Torino.