Summertime 9A di Jackson Pollock

Summertime 9A di Jackson Pollock è un dipinto nel quale l’artista iniziò ad elaborare la tecnica del dripping.

Jackson Pollock, Summertime 9A, 1948, smalto e vernice su tela, 84,8 x 555. Liverpool, Tate Liverpool

Descrizione di Summertime 9A di Jackson Pollock

All’interno della superficie sviluppata in orizzontale le tracce prodotte dalle gocciolature della vernice si sovrappongono e si intersecano. Si osservano, quindi, tracce di diverse grandezze e spessori. I segni neri poi sono più spessi e di andamento curvilineo. Sui vertici, inoltre, sono presenti espansioni circolari prodotte da maggiore quantità di colore depositato sulla tela. Infine, i segni progressivamente più sottili sono più fitti e assumono l’apparenza di grovigli intricati. Alcuni spazi chiusi prodotti dai segni sono colorati di giallo, rosso e blu.

Interpretazioni e simbologia di Summertime 9A di Jackson Pollock

Secondo l’interpretazione di alcuni critici il fregio di Jackson Pollock nasconde tra i segni alcune figure riconoscibili.

L’analisi dell’opera continua dopo questo avviso!

Scuola 2021-2022

Storia dell’arte. A breve troverai approfondimenti sulle principali epoche della Storia dell’Arte

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

I Committenti, le collezioni e la storia espositiva

La Tate Liverpool acquistò l’opera di Jackson Pollock nel 1988.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile del dipinto Summertime 9A di Jackson Pollock

Il dipinto intitolato Summertime 9A fu realizzato da Jackson Pollock un anno dopo il trasferimento di Peggy Guggenheim a Venezia. La celebre collezionista di New York ebbe un ruolo fondamentale nella carriera dell’artista. Infatti, nel 1943 Pollock ottenne dalla sua mentore il primo contratto e la prima personale presso la galleria/museo Art of This Century di New York che lo rese celebre. Nel 1945, Jackson Pollock si trasferì poi da New York a Long Island. L’artista stabilì il suo studio in un granaio dove dipingeva senza illuminazione artificiale. Summertime 9A rappresenta una fase di ricerca di Pollock che lo porterà ad elaborare la tecnica del dripping.

La ricerca di Jackson Pollock si colloca all’interno della tendenza definita Espressionismo Astratto che si sviluppò nel secondo dopoguerra. Grazie a queste ricerche e all’egemonismo culturale ed economico degli Stati Uniti, la capitale dell’arte si trasferì da Parigi a New York. In Europa nell’ambito dell’Espressionismo Astratto si formò così l’Astrattismo mentre negli Stati Uniti, l’Action Painting.

La tecnica

Il fregio di Jackson Pollock intitolato Summertime 9A presenta interventi con tecnica dripping. All’interno delle piccole campiture il colore è posato a pennello.

Il colore e l’illuminazione

I segni più spessi prodotti con le colature di vernice sono scuri, quasi neri. Altri segni più sottili, invece, sono realizzati con giallo, rosso e blu. Gli stessi colori primari sono presenti all’interno delle piccole campiture che si producono nel groviglio segnico.

Lo spazio

Lo spazio di Summertime 9A di Jackson Pollock è totalmente risolto sulla superficie della tela. L’intervento segnico dell’artista è distribuito sulla fascia centrale del dipinto. In prossimità dei bordi i segni sono radi ed emerge lo sfondo bianco.

La composizione e l’inquadratura

Summertime 9A è un’opera rettangolare dalle proporzioni simili ad un fregio. I segni più spessi, di colore nero, si susseguono sulla tela in modo ritmico evocando un movimento ondulatorio e circolare.

Approfondisci con le altre opere di JackPollockson Pollock intitolate: Sentieri ondulati, Mural.

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Jackson Pollock, Summertime 9A, sul sito della Tate Liverpool.