Sotto Toceno di Carlo Fornara

Sotto Toceno di Carlo Fornara è un paesaggio di sottobosco che si tova nei pressi di un piccolo paese della Val Vigezzo che l’artista dipinse più volte.

Carlo Fornara, Sotto Toceno. Domodossola, Collezione Poscio

Indice

Descrizione del dipinto Sotto Toceno di Carlo Fornara

Sotto Toceno è un dipinto di Carlo Fornara che rappresenta un brano di sottobosco. Dal primo piano il pendio sale verso l’alto e a destra. A tratti sul terreno marrone compaiono poi delle zone di verde intenso. Dal primo piano fino al limitare del bordo superiore si alzano tronchi spogli. I rami infatti creano una trama fitta nella parte superiore del dipinto. Infine il cielo blu è solcato da qualche nuvola bianca.

Interpretazioni e simbologia di Sotto Toceno di Carlo Fornara

Carlo Fornara fu un importante paesaggista della scuola vigezzina. Dipinse la natura della sua valle per tutta la vita. Nel dipinto il paesaggio si trova a Toceno un piccolo comune della Val Vigezzo vicino al suo paese natale Prestinone.

Forse ti interessa anche Hive Tattoo Art Gallery Milano la galleria d’arte per giovani artisti emergenti di Fedez. Leggi tutto…

I Committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

Il dipinto di Carlo Fornara è esposto presso la Collezione Poscio di Domodossola.

La storia dell’opera Sotto Toceno di Carlo Fornara

Secondo gli storici le opere migliori di Fornara sono quelle dipinte tra il 1890 e il 1910. L’artista in questi anni aveva un’età compresa tra i 30 e i 40 anni.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile del dipinto Sotto Toceno di Carlo Fornara

Fornara nacque in Val Vigezzo nel 1871 da una famiglia contadina. È considerato un importante esponente della pittura della sua zona della prima metà del Novecento. La sua formazione avvenne presso la scuola d’arte Rossetti Valentini di Santa Maria Maggiore. Suo maestro fu Enrico Cavalli.

Fornara è quindi considerato il caposcuola del gruppo vigezzino nel quale militavano Giovanni Battista Ciolina, Gian Maria Rastellini e Lorenzo Peretti junior. Grazie a Enrico Cavalli, Fornara si formò una sensibilità vicina alla pittura francese neoimpressionista. Infatti nel 1894 si recò insieme in Francia dove tornò una seconda volta.

Dal 1891 si interessò poi alla tecnica divisionista. Con i primi successi conobbe quindi il gallerista Alberto Grubicy De Dragon che lo promosse negli ambienti artistici europei. Nel 1897 Fornara presento così un’opera presso la Terza Biennale di Brera che però venne rifiutata. Questo dipinto dai colori accesi piacque però a Segantini e agli altri divisionisti. Fornara iniziò quindi a sperimentare la pennellata divisa che non abbandonò mai per tutta la vita fino al 1968, anno della sua morte.

La tecnica

Il dipinto intitolato Sotto Toceno è realizzato con una decisa trama di pennellate evidenti e colorate. L’opera quindi è un olio su tela.

Il colore e l’illuminazione

Il colore predominante nel dipinto di Carlo Fornara è l’ocra-giallo molto intenso che ricopre gran parte del terreno in salita. Sugli alberi invece predominano i bruni più scuri. Sul terreno poi sono presenti chiazze di verde intenso, giallo e grigio azzurro in primo piano a sinistra. Il cielo è di un blu molto scuro venato di colori chiari e caldi. Le nuvole invece sono risolte con un giallo molto chiaro sovrapposto al blu del cielo. La luce infine proviene da sinistra e crea delle lunghe ombre sagomate dal terreno irregolare che si proiettano a destra.

Lo spazio

L’artista dipinse un sottobosco rappresentando una porzione di terreno in salita. La profondità è poi determinata in modo molto efficace dalla progressiva diminuzione delle dimensioni dei tronchi. Anche la loro parziale sovrapposizione in alcune parti dell’opera permette di valutare la distanza che aumenta verso l’angolo In alto a destra.

La composizione e l’inquadratura

Sotto Toceno di Carlo Fornara è un’opera rettangolare con sviluppo orizzontale. L’inquadratura sottolinea la natura di paesaggio del dipinto. Le linee oblique del terreno che salgono rendono maggiormente dinamica la composizione caratterizzata in primo piano dal terreno orizzontale. In alto infine è presente una fascia regolare e orizzontale di tronchi che creano variazioni ritmiche e articolate con l’andamento dei loro rami spogli.

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • Dario Gnemmi, Vigezzini di Francia. Pittura d’alpe e d’Oltralpe tra Otto e Novecento in Valle Vigezzo, ed. Skira, Milano, 2007
  • Carlo Fornara. Il colore della valle. Catalogo della Mostra (Acqui Terme, 30 giugno-2 settembre 2007), Mazzotta, 2007, EAN:9788820218454
  • Annie-Paule Quinsac, Carlo Fornara. Alle radici del Divisionismo (1890-1910). Catalogo della mostra (Domodossola, 24 maggio-20 ottobre 2019). Ediz. italiana e inglese, Silvana, Collana: Arte Anno edizione: 2019, EAN: 9788836643721

La scheda è completa. Periodicamente troverai ulteriori approfondimenti, a presto!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 4 novembre 2019.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Carlo Fornara intitolate:

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Carlo Fornara, Sotto Toceno, sul sito Collezione Poscio di Domodossola.