San Francesco d’Assisi di Raffaello della Pala Colonna

San Francesco d’Assisi di Raffaello della Pala Colonna ora smembrata si trovava forse all’estremità sinistra della predella composta da altre quattro tavolette.

Raffaello Sanzio, San Francesco d’Assisi, 25.8 x 16.8 cm, Dulwich, Dulwich Picture Gallery

Descrizione del San Francesco d’Assisi di Raffaello della Pala Colonna

Il Santo è identificabile grazie alla ferita al fianco che rappresenta un suo attributo iconografico. Erano presenti anche le stimmate sui palmi delle mani che ora sono consumati dall’usura.

San Francesco d’Assisi è un dipinto di Raffaello che faceva parte della predella della Pala Colonna. Seguivano probabilmente questo piccolo ritratto L’Orazione nell’orto, L’andata al calvario, La Pietà e Sant’Antonio. La parte centrale della tavola è una Sacra Conversazione. Sopra di essa è poi presente una lunetta con l’Eterno fra due angeli.

La tavoletta si trova alla Dulwich Picture Gallery insieme al Sant’Antonio da Padova. Il museo ottenne i due dipinti grazie al lascito Bourgeois del 1811.

Raffaello è conosciuto come un grande artista del Rinascimento italiano. Nato nel 1483 a Urbino lavorò a grandi commissioni ed è noto soprattutto per i suoi affreschi presenti nelle stanze vaticane. L’artista morì precocemente all’età di 37 anni nel 1520 circondato dai suoi allievi tra i quali Giulio Romano.

San Francesco d’Assisi è una tavoletta di Raffaello di 25.8 x 16.8 cm realizzata con colori a olio in velatura.

I colori utilizzati per dipingere l’immagine sono tendenzialmente grigi e caldi nel saio e sul terreno. Invece nello sfondo prevale un blu scuro e freddo.

L’ambiente che ospita la scena non è identificabile poichè non compaiono indizi paesaggistici. Infatti lo sfondo è bidimensionale e monocromatico.

La tavoletta è di forma rettangolare con sviluppo verticale. L’inquadratura inoltre sottolinea la figura intera del Santo. La composizione è quindi centrale mentre l’orientamento della figura è verso destra. Da questo particolare si desume che la tavoletta fosse collocata a sinistra.

San Francesco in estasi di Giotto

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • Pierluigi De Vecchi, Raffaello, Rizzoli, Milano 1975
  • Sylvia Ferino Pagden, M. Antonietta Zancan, Raffaello. Catalogo completo, Firenze 1989.
  • Paolo Franzese, Raffaello, Mondadori Arte, Milano 2008. ISBN 978-88-370-6437-2
  • Mario Dal Bello, Raffaello. Le madonne, Libreria Editrice Vaticana, 2012, EAN: 9788820987237
  • Antonio Forcellino, Raffaello. Una vita felice, 2 luglio 2009, Laterza, Collana: Economica Laterza, EAN: 9788842087472
  • Eugenio Gazzola, La Madonna Sistina di Raffaello. Storia e destino di un quadro, Quodlibet 2013
  • Claudio Strinati, Raffaello, Giunti Editore, Collana: Dossier d’art, 2016, EAN: 9788809994218
  • Claudio Strinati, Raffaello. Ediz. a colori, 2016, Scripta Maneant, EAN: 9788895847498

La scheda è quasi completa. Ancora qualche giorno di pazienza, grazie per la tua visita!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 17 gennaio 2020.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Raffaello intitolate:

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Raffaello Sanzio, San Francesco d’Assisi, sul sito della Dulwich Picture Gallery di Dulwich.