Ritratto di Wenzel Anton, principe di Kaunitz-Rietberg di Giovanni Battista Lampi

Il Ritratto di Wenzel Anton, principe di Kaunitz-Rietberg di Giovanni Battista Lampi è il bozzetto realizzato in preparazione del ritratto che si trova a Vienna.

Giovanni Battista Lampi, Ritratto di Wenzel Anton, principe di Kaunitz-Rietberg, 1786, olio su tela, cm 63 x 47. Milano, Pinacoteca di Brera

Indice

Descrizione del Ritratto di Wenzel Anton, principe di Kaunitz-Rietberg di Giovanni Battista Lampi

Il principe è in piedi a destra del dipinto abbigliato con ampie vesti. I capelli poi sono bianchi e ricadono con ciocche mosse sulle spalle. Il viso inoltre è privo di barba e ha un aspetto giovanile. Intorno al collo porta una massiccia collana d’oro dalla quale pende un ciondolo. Dietro di lui si innalza un possente colonnato classico. A sinistra, infine si intravede un tempio a pianta circolare all’interno del quale vi è la statua della dea Minerva.

Interpretazioni e simbologia del Ritratto di Wenzel Anton, principe di Kaunitz-Rietberg di Giovanni Battista Lampi

Il principe di Kaunitz fu cancelliere di Stato dell’Impero austriaco. La dea Minerva presente nel dipinto sottolinea la sua formazione culturale. Anche l’ambientazione classica contribuisce a celebrare il funzionario fondatore dell’Istituzione di Brera insieme all’imperatrice Maria Teresa d’Austria. Infatti, dal 1773 presso il palazzo di Brera venne organizzato un centro multidisciplinare nel quale l’arte aveva un posto d’eccellenza.

I Committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

La Pinacoteca di Brera ha acquisito il ritratto del principe in tempi recenti.

La storia del Ritratto di Wenzel Anton, principe di Kaunitz-Rietberg di Giovanni Battista Lampi

Il Ritratto di Wenzel Anton è un bozzetto in preparazione di un grande ritratto del principe destinato all’Accademia di Vienna.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile del Ritratto di Wenzel Anton, principe di Kaunitz-Rietberg di Giovanni Battista Lampi

Il dipinto presenta caratteristiche neoclassiche per l’ambientazione della scena e l’impostazione del personaggio.

La tecnica

Il ritratto del principe austriaco è un dipinto realizzato con colori ad olio su una tela di 63 x 47 cm.

Il colore e l’illuminazione

Il dipinto presenta colori caldi e più intensi sugli abiti del principe. Si nota poi un certo contrasto di luminosità tra la parte chiara a sinistra e quella in ombra a destra. Inoltre sono evidenti colori più saturi in primo piano.

Lo spazio

Il ritratto è ambientato all’interno di uno spazio chiuso, in primo piano ed esterno a sinistra. La profondità poi è suggerita dalla prospettica aerea, attraverso la modulazione dei colori. Infatti il tempio di Minerva e il grande vaso presentano toni più chiari, smarriti e tendenti al grigio. In primo piano invece i colori sono scuri e brillanti.

La composizione e l’inquadratura

Il dipinto di Giovanni Battista Lampi è di forma rettangolare. L’inquadratura verticale inoltre valorizza la figura del principe e le architetture dell’ambiente.

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • Roberto Pancheri, Giovanni Battista Lampi alla corte di Caterina II di Russia, Società Studi Trentini, 2011, EAN: 9788881330362

La scheda è quasi completa. Ancora qualche giorno di pazienza, grazie per la tua visita!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 12 luglio 2019.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Giovanni Battista Lampi intitolate:

  • Ritratto di Wenzel Anton, principe di Kaunitz-Rietberg

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Giovanni Battista Lampi, Ritratto di Wenzel Anton, principe di Kaunitz-Rietberg, sul sito della Pinacoteca di Brera di Milano.