Ritratto di Garzia de’ Medici bambino di Agnolo Bronzino

Il Ritratto di Garzia de’ Medici bambino di Agnolo Bronzino celebra il terzo figlio di Cosimo I de’ Medici ed Eleonora di Toledo.

Agnolo Bronzino, Ritratto di Garzia de’ Medici bambino, 1550 circa, olio su tavola, 48 x 38 cm. Madrid, Museo del Prado

Indice

Descrizione del Ritratto di Garzia de’ Medici bambino di Agnolo Bronzino

Il piccolo Garzia è raffigurato nel ritratto dipinto dal Bronzino.

Interpretazioni e simbologia del Ritratto di Garzia de’ Medici bambino di Agnolo Bronzino

Testo in preparazione

I Committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

Il Ritratto di Garcia de Medici bambino di Agnolo Bronzino è esposto presso il Museo del Prado di Madrid.

La storia del Ritratto di Garzia de’ Medici bambino di Agnolo Bronzino

Il Ritratto di Garzia de’ Medici Bambino è un’opera del 1550 circa. Il Bronzino dipinse questo lavoro alla soglia dei 50 anni essendo nato nel 1503.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile del Ritratto di Garzia de’ Medici bambino di Agnolo Bronzino

Agnolo di Cosimo detto Agnolo Bronzino fu attivo soprattutto a Firenze presso la corte di Cosimo I de’ Medici. Nacque nel 1503 e morì nel 1572 ed è considerato uno dei più importanti artisti manieristi toscani. Il Bronzino lavorò per un’alta committenza per la quale realizzò molti ritratti ufficiali e domestici. lo stile del Bronzino fu fedele per tutta la sua carriera artistica agli insegnamenti del suo maestro Jacopo Pontormo.

Le opere del Bronzino sono definite da atmosfere distaccate e quasi metafisiche. Inoltre i personaggi sembrano avvolti da uno spazio irreale. Le loro fisionomie infatti pur essendo realistiche paiono algide e distaccate. I colori infine sono metallici e freddi.

La tecnica

L’opera che ritrae il figlio di Cosimo I de’ Medici, Garzia bambino è un olio su tavola di piccole dimensioni, di 48 x 38 cm.

Il colore e l’illuminazione

Testo in preparazione

Lo spazio

Garcia de Medici bambino è ritratto in uno spazio ideale. Infatti alle sue spalle è visibile uno sfondo monocromatico privo di arredi o particolari.

La composizione e l’inquadratura

Testo in preparazione

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • Antonio Paolucci, Bronzino. Ediz. illustrata, 2002, Giunti Editore, Collana: Dossier d’art, EAN: 9788809026421
  • C. Falciani, A. Natali, Bronzino. Pittore e poeta alla corte dei Medici. Catalogo della mostra (Firenze, 24 settembre 2010-23 gennaio 2011), 2010, EAN: 9788874611539
  • Antonio Geremicca, Agnolo Bronzino. «La dotta penna al pennel dotto pari», Universitalia, Collana: Horti Hesperidum. Monografie, 2013, EAN:9788865073407, ISBN:8865073403
  • Agnolo Bronzino: The Muse of Florence, New Academia Publishing, LLC, 2014 EAN:9780991504770, ISBN:0991504771
  • Sefy Hendler, Un mostro grazioso e bello. Bronzino e l’universo burlesco del Nano Morgante., Maschietto Editore, prima edizione edizione, 2016, Collana: Iconologia, ISBN-10: 8863941130 ISBN-13: 978-8863941135

Scheda in aggiornamento. Torna fra qualche giorno e troverai ulteriori approfondimenti!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 29 novembre 2019.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Agnolo Bronzino intitolate:

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Agnolo Bronzino, Ritratto di Garzia de’ Medici bambino, sul sito del Museo del Prado di Madrid.