Ritratto della signora Hessel di Edouard Vuillard

Ritratto della signora Hessel di Edouard Vuillard è un’opera di piccole dimensioni esposta presso la Galleria d’Arte Moderna di Milano.

Edouard Vuillard, Ritratto della signora Hessel, 1900, pastello su carta applicata su cartone, 45.5 x 52 cm. Milano, Galleria d’Arte Moderna

Indice

Descrizione del Ritratto della signora Hessel di Edouard Vuillard

Una giovane donna riposa adagiata su una poltrona. La signora è vestita con un ampio abito bianco. Un tappeto colorato copre parte del pavimento mentre dietro la poltrona si intravede un tavolino di piccole dimensioni. La scena è ritratta all’interno di una stanza arredata con mobili di piccole dimensioni. Si intravede inoltre una lampada che illumina una statuetta in alto a sinistra.

Interpretazioni e simbologia del Ritratto della signora Hessel di Edouard Vuillard

Come indica il titolo l’opera di Edouard Vuillard è il ritratto della signora Hessel.

L’analisi dell’opera continua dopo questo avviso!

Esami 2020-2021

Comincia a pensare all’esame. Consulta la pagina: Tesi, tesine o mappe concettuali.

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

Suggerimenti e link utili per implementare una corretta didattica online o didattica a distanza, nel periodo di emergenza virus. Consulta la pagina: Didattica online.

I committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

Il dipinto fa parte della collezione Grassi che Nedda Grassi Mieli donò alla Galleria d’Arte Moderna di Milano nel 1960.

La storia del Ritratto della signora Hessel di Edouard Vuillard

L’artista dipinse questo ritratto nel 1900. Vuillard era nato nel 1868 e realizzò quindi quest’opera all’età di 32 anni.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile del Ritratto della signora Hessel di Edouard Vuillard

La scena presenta un evidente taglio figurativo e narrativo. Le figure sono costruite con un debole chiaroscuro e le forme emergono grazie al contrasto tra i colori e i toni di diverso colore. Infatti sono evidenti le campiture di colore uniforme che costruiscono gli oggetti come il tavolino che si intravede dietro la poltrona.

La tecnica

L’opera è un pastello su carta applicata su cartone di 45,5 x 52 cm di grandezza.

Il colore e l’illuminazione

L’immagine si presenta prevalentemente di colore grigio. Infatti solamente il tappeto e alcuni particolari della poltrona sono colorati come alcuni oggetti di colore giallo. Una piccola zona di colore ocra si intravede nella base della lampada in prossimità dell’angolo superiore sinistro.

Lo spazio

L’ambiente è descritto con un taglio geometrico grazie alle linee di fuga del tappeto e del pavimento a destra. Inoltre la dimensione della stanza è percepibile grazie alla sovrapposizione degli arredi a destra e a sinistra del dipinto.

La composizione e l’inquadratura

L’immagine è di forma rettangolare con proporzioni vicine al quadrato. L’inquadratura pone al centro la donna che sta riposando. Infine, intorno alla massa compositiva rappresentata dalla poltrona e dalla figura femminile si dispongono in equilibrio gli arredi della camera.

Articolo correlato

Tete de femme di Pablo Picasso

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • Antoine Salomon, Guy Cogeval, Vuillard. Catalogue critique des peintures et pastels, Skira, Collana: Collezione Skira/Wildenstein, 2003, EAN: 9788884911100

La scheda è completa. Periodicamente troverai ulteriori approfondimenti, a presto!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 13 febbraio 2021.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Edouard Vuillard intitolate:

Leggi La vita e tutte le opere di Edouard Vuillard

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Edouard Vuillard, Ritratto della signora Hessel, sul sito della Galleria d’Arte Moderna di Milano.

ADP plus

Visto dal vero. Hai visto dal vero l’opera analizzata? Suggerimenti? Commenta sul gruppo Facebook:

ADO+ Segnala un’opera