Ragazzina in poltrona blu di Mary Cassatt

Ragazzina in poltrona blu di Mary Cassatt è un dipinto impressionista che riflette l’atteggiamento esistenziale della pittrice.

Mary Cassatt, Ragazzina in poltrona blu, 1878, olio su tela, 88,5 x 128,8 cm. Washington, National Gallery of Art

Indice

Descrizione di Ragazzina in poltrona blu di Mary Cassatt

La ragazzina è adagiata comodamente sulla poltroncina a destra. Invece un cane di piccole dimensioni riposa accucciato su un’altra a sinistra. Le poltroncine disposte in modo casuale riempiono la stanza illuminata dalla luce esterna che filtra dalle finestre.

Interpretazioni e simbologia di Ragazzina in poltrona blu di Mary Cassatt

Le figure femminili furono il soggetto preferito di Mary Cassatt. Infatti molti suoi dipinti rappresentano momenti privati o sociali di donne, spesso accompagnate dai loro figli.

Alcuni critici misero in relazione la posizione scomposta e rilassata della bambina con l’atteggiamento esistenziale dell’artista. Probabilmente per questo l’opera fu rifiutata al Salon des Artistes di Parigi.

L’analisi dell’opera continua dopo questo avviso!

Scuola 2021-2022

Storia dell’arte. A breve troverai approfondimenti sulle principali epoche della Storia dell’Arte

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

I committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

L’opera fa parte della collezione di Mr. and Mrs. Paul Mellon e si trova a Washington alla National Gallery of Art. La pittrice espose quest’opera, e altri dieci dipinti, in occasione della sua prima mostra con gli altri impressionisti nel 1879, la quarta mostra impressionista.

Il collezionista di Parigi, Ambroise Vollard acquistò l’opera dall’artista. Il dipinto passò poi a Hector Brame anche lui di Parigi. Nel novembre 1963 i coniugi Paul Mellon, di Upperville, Virginia,  acquistarono il dipinto e nel 1983 lo donarono al museo (NGA).

L’artista e la società. La storia dell’opera Ragazzina in poltrona blu di Mary Cassatt

Il dipinto di Mary Cassatt risale al 1878. Mary Cassatt, artista americana, nacque nel 1844 e morì nel 1926. Al tempo della realizzazione di questo dipinto l’artista aveva quindi circa 34 anni. Secondo i curatori del museo, Mary Cassatt rielaborò il dipinto aiutata dal pittore suo amico e maestro Edgar Degas.

Mary Cassatt si recò da giovane in Francia, a Parigi, per approfondire la tecnica impressionista con seguendo i consigli del suo maestro Edgar Degas.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile di Ragazzina in poltrona blu di Mary Cassatt

I curatori della National Gallery of Art di Washington considerano il dipinto di grande importanza per tracciare i rapporti tra la pittrice e gli impressionisti. Infatti la Cassatt dipinse Ragazzina in poltrona blu in seguito ai primi contatti con gli artisti di Parigi. Grazie a queste frequentazioni la pittura di Mary Cassatt diventò più libera e sciolta come si può valutare dalle pennellate vibranti.

La scelta dei colori è limitata alla gamma dei blu e di altri pochi colori freddi. Il dipinto è realizzato inoltre con pennellate libere ed energiche. Infine, formalmente la posizione della protagonista e gli arredi creano una composizione dinamica che sottolinea il momento intimo e giocoso.

La tessitura delle poltrone ricorda la pittura del maestro della pittrice, Degas. La semplificazione delle forme è vicina poi alla pittura giapponese che andava molto di moda all’epoca in Francia anche tra gli impressionisti. Infine secondo un’approfondita ricerca radiologica Degas intervenne nella realizzazione del dipinto.

La tecnica

Ragazzina in poltrona blu di Mary Cassatt è un olio ad impasto su tela di 89.5 centimetri di altezza e 129.8 cm di larghezza.

Il colore e l’illuminazione

Il colore ocra del pavimento mette in evidenza il blu acceso delle poltroncine. Inoltre il contrasto tra l’abitino bianco della bambina e il blu acceso della poltroncina mette in grande evidenza la figura della piccola. Un ulteriore elemento che richiama l’attenzione sulla protagonista è la coperta scura avvolta intorno alla vita.

L’illuminazione che rivela la scena entra dalle porte-finestre dipinte sul fondo. La luce fredda esalta così gli arredi e il colore blu delle poltrone.

Lo spazio

L’ambiente interno è costruito grazie alla disposizione delle poltrone. La loro diversa dimensione permette quindi allo sguardo dell’osservatore di sperimentare la profondità della scena. Inoltre le loro prospettive geometriche creano uno spazio razionale e misurabile.

La composizione e l’inquadratura

Il dipinto di Mary Cassatt è di forma rettangolare e sviluppo orizzontale. L’inquadratura racchiude lo spazio delimitato dalle poltroncine con taglio fotografico.

Le influenze degli insegnamenti di Edgar Degas si individuano nel dipinto nell’asimmetria della composizione. Infatti il peso visivo è maggiormente rivolto a destra dove si trova la bambina adagiata.

Articolo correlato

Il pomeriggio dei bambini Bérard a Wargemont di Pierre-Auguste Renoir

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • Martina Corgnati, Impressioniste. Mary Cassat, Marie Braquemond, Eva Gonzalès, Berthe Morisot, Nomos, 2018, ISBN-10 ‏ : ‎ 8898249470 ISBN-13 ‏ : ‎ 978-8898249473

La scheda è completa. Periodicamente troverai ulteriori approfondimenti, a presto!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 16 ottobre 2021.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Mary Cassatt intitolate:

  • Ragazzina in poltrona blu

Leggi La vita e tutte le opere di Mary Cassatt

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Ragazzina in poltrona blu, Mary Cassatt, sul sito del National Gallery of Art di Washington.

Grazie per aver consultato ADO

ADO content