Presa di posizione di Renzo Mazzorin

Presa di posizione di Renzo Mazzorin documenta un difficile momento di avvicinamento al nemico dei soldati dell’Esercito italiano durante la Seconda Guerra Mondiale.

Renzo Mazzorin, Presa di posizione, data, china su carta, 48 x 42 cm. Roma, Istituto Storico e di Cultura dell’Arma del Genio

Indice

Descrizione di Presa di posizione di Renzo Mazzorin

Due file di soldati procedono verso sinistra trainando dispositivi di artiglieria su un terreno accidentato.

Interpretazioni e simbologia di Presa di posizione di Renzo Mazzorin

Presa di posizione indica un’azione militare che predispone i mezzi di artiglieria adeguati per il bombardamento delle linee nemiche su un fronte e quindi lo spostamento dei cannoni su ruote.

L’analisi dell’opera continua dopo questo avviso!

Scuola 2021-2022

Storia dell’arte. A breve troverai approfondimenti sulle principali epoche della Storia dell’Arte

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

I committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

Questa china su carta di Renzo Mazzorin fu ritrovata nel 2016 presso l’Istituto storico e di cultura dell’arma del genio a Roma durante un restauro dell’edificio. Fa parte di una serie di 89 opere d’arte che comparvero insieme a tante altre alla Prima mostra degli italiani in armi inaugurata nel 1942.

La storia dell’opera Presa di posizione di Renzo Mazzorin

Renzo Mazzorin nacque a Venezia nel 1915 e partecipò giovanissimo alla Seconda Guerra Mondiale. Fu sottotenente di artiglieria.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile di Presa di posizione di Renzo Mazzorin

Il disegno presenta un aspetto bozzettistico e le figure sono disegnate in modo sommario e sintetico con linee spigolose e quasi espressioniste.

La tecnica

Presa di posizione è una china su carta di 48 centimetri di larghezza e 42 cm di altezza.

Il colore e l’illuminazione

L’unico colore percepibile nell’immagine è quello della carta ingiallita sulla quale è stata stesa la china nera.

Lo spazio

Lo spazio nel quale i militari si spostano è indefinito ma si scorgono a terra le linee regolari del terreno. L’immagine è costruita su due piani che si sovrappongono ma la profondità è limitata dalla medesima grandezza delle figure.

La composizione e l’inquadratura

L’immagine è di forma rettangolare che si avvicina alle proporzioni di un quadrato. La struttura compositiva si basa sulle due linee parallele dei militari che procedono. Altre linee più leggere di andamento obliquo sono invece rappresentate dai solchi sul terreno in primo piano.

Articolo correlato

Gli artisti soldato

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • Artisti Italiani in Armi la collezione ritrovata, Catalogo della mostra, STADIO DI DOMIZIANO, Aprile-Giugno 2017, ESERCITO ITALIANO, Istituto Storico e di Cultura dell’Arma del Genio

La scheda è completa. Periodicamente troverai ulteriori approfondimenti, a presto!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 05 aprile 2020.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Renzo Mazzorin intitolate:

Leggi La vita e tutte le opere di Renzo Mazzorin

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Renzo Mazzorin, Presa di posizione, sul sito dell’Istituto Storico e di Cultura dell’Arma del Genio di Roma.

Richiedi di completare la scheda o di aggiungere un approfondimento

ADP plus

Ti serve l’analisi completa dell’opera? Oppure chiedi di completare la biografia dell’artista. Invia una e-mail con il titolo dell’opera o il nome dell’artista a: redazione@analisidellopera.it

È gratuito e troverai l’aggiornamento sulla scheda pubblicata.

Una risposta a “Presa di posizione di Renzo Mazzorin”

I commenti sono chiusi.