Wald Bau di Paul Klee

Nel dipinto Wald Bau, Paul Klee, si ispira ad un immaginario infantile per costruire la sua composizione astratta di tipo geometrico.

Paul Klee, Wald Bau, 1919, tecnica mista su gesso, cm 27.2 x 25.3. Milano, Museo del Novecento

Interpretazione di Wald Bau di Paul Klee

Paul Klee fu uno degli artisti esponenti del primo astrattismo in arte. Amico di Vasilij Kandinskij, fu insegnante, anche lui come collega, presso il Bauhaus tedesco. I suoi dipinti, come Wald Bau, che si può tradurre in italiano come “Struttura di foreste”, mantengono riferimenti al mondo reale. Spesso questi riferimenti sono dei segni che rimandano alla grafica infantile. Proprio questo tipo di figurazione contribuisce a dare una implicazione emotiva dell’immagine. La figurazione infantile apporta ai dipinti di Paul Klee una componente fiabesca e minimale che viene supportata, anche, dalle semplici campiture geometriche. Paul Klee prese ispirazione dai suoi viaggi e dalla realtà osservata. Queste suggestioni visive venivano, poi, ricomposte attraverso un linguaggio minimale e semplice, sulla tela formando composizioni astratte.

Suggerimenti e link utili per implementare una corretta didattica online o didattica a distanza, nel periodo di emergenza virus. Consulta la pagina: Didattica online.

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

Comincia a pensare all’esame. Consulta la pagina: Tesi, tesine o mappe concettuali.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile di Wald Bau di Paul Klee

Quasi tutta la superficie del dipinto è occupata da una composizione irregolare di campiture geometriche tendenti al verde. Il verde, infatti, è il colore che predomina contribuendo ad una lettura realistica in quanto rimanda alle foreste. I segni geometrici che creano reticoli regolari all’interno rappresentano, forse, coltivazioni o campi tracciati in modo regolare. Vi sono segni di strade marroni e altri, azzurri che, forse, rimandano a fiumi e ruscelli. Qua e là, si colgono semplici grafemi che rimangono ad alberi oppure a conifere.

Questi segni sono realizzati con un linguaggio figurativo minimale che ricorda l’infanzia. Intorno alla costruzione centrale, vi sono delle zone triangolari che si incuneano all’interno della composizione, di colore marrone terroso e nero. Come dichiarato nel titolo, la composizione ricorda una mappa vista dall’alto di foreste, strade e altri elementi del paesaggio. La forma della composizione verde sembra alludere allo sviluppo, in apertura, di un solido. Questo figura è, infatti, poggiata sopra una superficie più scura e piana, rappresentata dai triangoli neri e bruni che emergono sui bordi del dipinto.

Articolo correlato

Improvvisazione 7 di Vasilij Vasil’evič Kandinskij

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • Federica Pirani, Klee, Giunti, Collana: Dossier d’art, 2018, ISBN: 9788809992443

La scheda è quasi completa. Ancora qualche giorno di pazienza, grazie per la tua visita!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 29 marzo 2020.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Paul Klee intitolate:

Leggi La vita e tutte le opere di

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Paul Klee, Wald Bau, sul sito del Museo del Novecento di Milano.

Approfondisci la vita e le opere di Paul Klee presso il Zentrum Paul Klee di Berna in Svizzera.

ADP plus

Visto dal vero. Hai visto dal vero l’opera analizzata? Suggerimenti? Commenta sul gruppo Facebook:

ADO+ Segnala un’opera