Nuova gente o gente nuova di Plinio Nomellini

Nuova gente o Gente nuova di Plinio Nomellini è un dipinto simbolista di grandi dimensioni nel quale avanza un popolo nuovo e felice.

Plinio Nomellini, Nuova gente o gente nuova, 1909, olio e tempera su tela, 300 x 600 cm. Genova, Galleria d’Arte Moderna

Indice

Descrizione di Nuova gente o gente nuova di Plinio Nomellini

Un corteo umano si muove verso la destra dell’osservatore. Uomini, donne e bambini sono nudi e festanti e avanzano tra fiori e colori. Al centro due uomini portano un vessillo formato da una grande corona di fiori mentre in testa al corteo altri sostengono uno stendardo rosso che si gonfia al vento.

L’analisi dell’opera continua dopo questo avviso!

Scuola 2022-2023

Storia dell’arte. A breve troverai approfondimenti sulle principali epoche della Storia dell’Arte

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

I Committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

L’opera di Plinio Nomellini si trovava nel palazzo Spinola di Genova Sampierdarena. Dal 1965 l’opera è esposta presso la Galleria d’Arte Moderna di Genova nella raccolta Divisionismo e Simbolismo in Liguria.

Il dipinto risale al 1909 e fu realizzato da Plinio Nomellini all’età di 43 anni.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile di Nuova gente o gente nuova di Plinio Nomellini

Pĺnio Nomellini fu un pittore ligure influenzato dalla poetica del Simbolismo e dalla tecnica del Divisionismo. Il dipinto infatti per composizione e taglio narrativo è vicino a certe opere di Gaetano Previati. Inoltre è ben evidente l’uso della pennellata divisa che Nomellini condivise con gli altri divisionisti tra i quali Giovanni Segantini e Angelo Morbelli. L’artista affrontò anche la difficile tematica dello sfruttamento della classe lavoratrice come fece Pellizza da Volpedo.

Plinio Nomellini dipinse Gente nuova con olio e tempera su una tela di 300 x 600 cm.

L’immagine dipinta da Plinio Nomellini presenta una tonalità generale fredda. È dominata infatti per quantità dai toni grigio-azzurri del cielo e del terreno. Invece i colori più brillanti sono l’arancio dello stendardo che si ritrova nelle pennellate sparse nell’opera. Infatti il colore compare nei fiori e tra le foglie d’erba. I personaggi sono in controluce e quindi colorati con incarnati scuri. Invece il cielo nuvoloso è molto chiaro ma non illuminato dalla luce del sole.

Il dipinto è di forma rettangolare sviluppata in orizzontale. Infatti l’inquadratura è molto ampia e favorisce la vista della scena che ritrae il corteo.

I funerali di una Vergine di Gaetano Previati

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • Nadia Marchioni, Plinio Nomellini. Dal divisionismo al simbolismo verso la libertà del colore. Catalogo della mostra (Seravezza, 14 luglio-5 novembre 2017). Ediz. a colori, Maschietto Editore, 2017, EAN: 9788863941340

La scheda è quasi completa. Ancora qualche giorno di pazienza, grazie per la tua visita!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 9 gennaio 2020.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Plinio Nomellini intitolate:

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Plinio Nomellini, Nuova gente o gente nuova, sul sito della Galleria d’Arte Moderna di Genova.