Madre e sorella di Carlo Fornara

Madre e sorella di Carlo Fornara ritrae le due donne all’ombra delle piante all’interno di un giardino assolato.

Carlo Fornara, Madre e sorella, 1896, olio su tela. Domodossola, Collezione Poscio

Indice

Descrizione di Madre e sorella di Carlo Fornara

L’opera di Carlo Fornara è il ritratto delle due donne. In primo piano è rappresentata la sorella di profilo e il viso rivolto di tre quarti verso il fronte del dipinto. L’ombra dell’albero protegge poi le protagoniste dal sole intenso che illumina il giardino a destra del dipinto.

Interpretazioni e simbologia del dipinto Madre e sorella di Carlo Fornara

Carlo Fornara dipinse la madre e la sorella in primo piano all’interno di un paesaggio naturale. In realtà le due donne sono in ombra e sembrano fare da cornice al vero soggetto che è il cespuglio con i fiori proprio al centro dell’opera. Come in altri dipinti di paesaggio la figura umana anche se ritratta diventa parte della natura e non assoluta protagonista del dipinto.

I Committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

Il dipinto intitolato Madre e sorella di Carlo Fornara si trova presso la Collezione Poscio di Domodossola.

La storia dell’opera Madre e sorella di Carlo Fornara

Carlo Fornara dipinse Madre e sorella nel 1896 all’età di circa 25 anni. Si tratta quindi di una sua opera giovanile realizzata tra il primo e il secondo viaggio in Francia.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile dell’opera Madre e sorella di Carlo Fornara

Carlo Fornara fu un artista rappresentativo della pittura vigezzina dei primi del ‘900. Nacque infatti nel 1871 da una famiglia contadina e frequentò a Santa Maria Maggiore la Scuola d’Arte Rossetti Valentini dove ebbe come insegnante Enrico Cavalli. Il suo maestro era un ammiratore di Adolphe Monticelli di Marsiglia ed esperto di arte francese. Le prime opere di Fornara sono quindi caratterizzate da una ricerca luministica e una superficie dipinta con colori ad olio stesi con spatole e pennellate materiche.

Nel 1891 Fornara partecipò poi alla prima Triennale di Brera dove conobbe gli artisti divisionisti e iniziò ad approfondire il loro stile. La svolta stilistica avvenne però nel 1897 quando una sua opera di carattere neoimpressionista venne rifiutata dalla giuria della Triennale. Il gruppo divisionista invece apprezzò molto il dipinto e promosse l’attività di Carlo Fornara. L’artista si avvicinò così all’ambiente di Alberto Grubicy de Dragon che lo promosse in tutta Europa. L’artista inoltre non abbandonò mai completamente la tecnica divisionista fino alla morte avvenuta nel 1968.

La tecnica

Madre e sorella è un olio su tela realizzato con mescola ad impasto.

Il colore e l’illuminazione

La tela di Carlo Fornara è dipinta con tonalità scure. Infatti le due donne siedono all’interno di un giardino all’ombra degli alberi. Il dipinto è di forma rettangolare e l’inquadratura orizzontale raffigura una grande porzione di natura insieme al ritratto delle due donne.

Lo spazio

Il soggetto dell’opera è un giardino nel quale sono sedute le due donne a sinistra. La distanza rappresentata è poi descritta dalla figura in primo piano della sorella e in secondo piano della madre confrontate con il cespuglio poco lontano. Sono i piani dell’immagine infatti a descrivere la scansione in profondità e la luce che illumina la scena lontano mentre il primo piano rimane in ombra.

La composizione e l’inquadratura

Madre e sorella è un’opera rettangolare sviluppata in orizzontale. L’inquadratura è tipica del paesaggio e sottolinea la volontà di Fornara di concepire le due figure come un elemento della natura. La massa in ombra rappresentata dalle due donne occupa la zona delimitata dalla diagonale del dipinto che sale dall’angolo in basso a destra. Specularmente la zona di destra è invece illuminata dal sole ed è più leggera.

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • Dario Gnemmi, Vigezzini di Francia. Pittura d’alpe e d’Oltralpe tra Otto e Novecento in Valle Vigezzo, ed. Skira, Milano, 2007
  • Carlo Fornara. Il colore della valle. Catalogo della Mostra (Acqui Terme, 30 giugno-2 settembre 2007), Mazzotta, 2007, EAN:9788820218454
  • Annie-Paule Quinsac, Carlo Fornara. Alle radici del Divisionismo (1890-1910). Catalogo della mostra (Domodossola, 24 maggio-20 ottobre 2019). Ediz. italiana e inglese, Silvana, Collana: Arte Anno edizione: 2019, EAN: 9788836643721

La scheda è completa. Periodicamente troverai ulteriori approfondimenti, a presto!

La scheda è completa. Periodicamente troverai ulteriori approfondimenti, a presto!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 23 ottobre 2019.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Carlo Fornara intitolate:

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Carlo Fornara, Madre e sorella, sul sito della Collezione Poscio di Domodossola.