L’uomo delle stelle di Filippo De Pisis

L’uomo delle stelle di Filippo De Pisis ritrae uno dei tanti personaggi che l’artista incontrò nella sua vita e divennero improvvisati modelli.

Filippo De Pisis, L’uomo delle stelle, 1924, matita e penna su carta, 33 x 28.8 cm. Milano, Galleria d’Arte Moderna

Indice

Descrizione de L’uomo delle stelle di Filippo De Pisis

Nel disegno di Filippo De Pisis è rappresentato un uomo di mezza età rivolto a sinistra e dallo sguardo perso nel vuoto. Il protagonista ha folti capelli mossi, barba e baffi incolti. Sul petto poi è presente una spilla a forma di fiore.

Interpretazioni e simbologia de L’uomo delle stelle di Filippo De Pisis

Filippo De Pisis realizzò diversi ritratti anche di personaggi sconosciuti che incontrava casualmente.

L’analisi dell’opera continua dopo questo avviso!

Esami 2020-2021

Comincia a pensare all’esame. Consulta la pagina: Tesi, tesine o mappe concettuali.

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

Suggerimenti e link utili per implementare una corretta didattica online o didattica a distanza, nel periodo di emergenza virus. Consulta la pagina: Didattica online.

I committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

Il disegno fa parte della collezione Vismara. Giunse così tramite legato testamentario del proprietario nel 1975 alla Galleria d’Arte Moderna di Milano

La storia dell’opera L’uomo delle stelle di Filippo De Pisis

Filippo De Pisis nacque nel 1896 realizzò quindi all’età di 28 anni questo disegno, nel 1924.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile de L’uomo delle stelle di Filippo De Pisis

Il disegno di De Pisis è veloce e sommario. Le linee sono tracciate poi con decisione e le forme sono costruite con pochi tratti circolari e morbidi.

La tecnica

L’uomo delle stelle è un disegno a matita e penna su carta di 33 per 28,8 cm.

Il colore e l’illuminazione

La carta presenta un certo ingiallimento del colore di fondo mentre i segni sono tendenti al bruno e altri sono di colore più grigio e chiaro.

Lo spazio

La figura del personaggio è tracciata direttamente sul foglio privo di dettagli ambientali.

La composizione e l’inquadratura

Il disegno è di forma rettangolare e incornicia con una porzione di sfondo il busto del personaggio. La composizione infine è distribuita lungo una linea diagonale che sale da destra in basso.

Articolo correlato

Bagnante al sole di Giorgio de Chirico

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • Sileno Salvagnini, De Pisis. Ediz. illustrata, Giunti Editore, Collana: Dossier d’art, Anno, 2007, EAN: 9788809045286
  • Filippo De Pisis, La città dalle 100 meraviglie, Curatori: Bona De Pisis, Sandro Zanotto, Editore: Abscondita, Collana: Carte d’artisti, 2019 EAN: 9788884168054

La scheda è completa. Periodicamente troverai ulteriori approfondimenti, a presto!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 12 giugno 2020.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Filippo De Pisis intitolate:

Leggi La vita e tutte le opere di Filippo De Pisis

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Filippo De Pisis, L’uomo delle stelle, sul sito della Galleria d’Arte Moderna di Milano.

ADP plus

Visto dal vero. Hai visto dal vero l’opera analizzata? Suggerimenti? Commenta sul gruppo Facebook:

ADO+ Segnala un’opera