San Sebastiano di Arturo Martini

San Sebastiano di Arturo Martini è una scultura che offre una interpretazione scarna ed essenziale della figura del Santo che ricorda le statue prerinascimentali.

Arturo Martini, San Sebastiano, 1929, fusione in bronzo, altezza 46.5 cm. Milano, Galleria d’Arte Moderna

Indice

Descrizione di San Sebastiano di Arturo Martini

Il santo è in piedi con le mani sollevate oltre la testa e i polsi legati con una corda al tronco di un albero. San Sebastiano inoltre è coperto da un panno intorno ai fianchi.

Interpretazioni e simbologia di San Sebastiano di Arturo Martini

San Sebastiano, soldato romano, secondo la tradizione fu ucciso dai suoi compagni che lo trafissero con numerose frecce. Il Santo però sopravvisse alla prima esecuzione e fu ucciso solamente la seconda volta. San Sebastiano è anche protettore della peste se accompagnato dalla figura di una mosca. Infatti in antichità si pensava che fosse l’insetto a veicolare il morbo.

L’analisi dell’opera continua dopo questo avviso!

Scuola 2021-2022

Storia dell’arte. A breve troverai approfondimenti sulle principali epoche della Storia dell’Arte

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

I committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

La scultura è conservata presso la Galleria d’Arte Moderna di Milano e fa parte della collezione Vismara. Giuseppe Vismara infatti donò quest’opera insieme alle altre nel 1975 al museo.

La storia dell’opera San Sebastiano di Arturo Martini

Arturo Martini scolpì quest’opera nel 1929 all’età di 40 anni essendo nato nel 1889.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile di San Sebastiano di Arturo Martini

L’artista aderì alla programma del gruppo Novecento di Margherita Sarfatti nei primi anni Venti del Novecento. La sua scultura quindi riprende la figurazione e in particolare le forme dell’arte pre-rinascimentale italiana. Infatti nel San Sebastiano si notano proporzioni simili alle statue romaniche e forme che si allontanano dalla scultura rinascimentale.

La tecnica

La scultura di Arturo Martini è una fusione in bronzo di 46,5 cm di altezza.

La luce sulla scultura

La scultura presenta una superficie bruna che condiziona la resa della luce su di essa. Inoltre la sua lucidità permette di accentuare la muscolatura del personaggio.

Rapporto con lo spazio

Il corpo di San Sebastiano di Arturo Martini si sviluppa in verticale, addossato al tronco che lo supporta. È un tutto tondo e quindi osservabile in ogni sua parte. Infine le dimensioni ridotte impongono la necessità di un supporto che lo esponga ad una sufficiente altezza dal pavimento.

La struttura

La struttura di questa piccola statuetta è condizionata dalla posizione del Santo e quindi distribuita sulla verticale. Questa particolarità la fa somigliare ad una statua colonna medievale.

Articolo correlato

San Sebastiano di Agnolo Bronzino

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • Arturo Martini, Skira, Collana: Arte moderna. Cataloghi Anno, 2006,
  • EAN: 9788876249396
  • Arturo Martini, La scultura lingua morta e altri scritti, ( a cura di Elena Pontiggia), Abscondita, Carte d’artisti, 2018, EAN: 9788884167439
  • Elena Pontiggia, Arturo Martini. La vita in figure, Johan Levi, Biografie, 2017 EAN: 9788860101853

La scheda è completa. Periodicamente troverai ulteriori approfondimenti, a presto!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 13 giugno 2020.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Arturo Martini intitolate:

Leggi La vita e tutte le opere di Arturo Martini.

Consulta la pagina dedicata alla scultura di Arturo Martini, San Sebastiano, sul sito della Galleria d’Arte Moderna di Milano.

Grazie per aver consultato ADO

ADO content