Jugendstil

Jugendstil fu il nome che presero le esperienze artistiche portate avanti in Germania e in Svizzera nell’ambito dell’Art Nouveau.

Pagina aggiornata il: 19 agosto 2021. Torna a visitarci e troverai nuovi contenuti.

Con il nome di Jugendstil gli storici dell’arte indicano le esperienze condotte in Germania e in Svizzera nel contesto dell’Art Nouveau. Il termine Jugendstil fu ispirato dal titolo di una rivista edita a Monaco, in Germania, Jugend, fondata nel 1886. Jugend si può tradurre in italiano come giovane, quindi Jugendstil si può interpretare come Nuovo stile.

La rivista pubblicò molte grafiche di autori contemporanei promuovendo il linguaggio Art Nouveau della grafica e delle arti applicate. Infine la rivista Insel utilizzò in un articolo per la prima volta il termine Jugendstil.

Nella storia dell’arte comunemente il termine Jugendstil indica anche le esperienze artistiche condotte in Austria e nel Nord Europa. Infatti gli artisti di queste aree culturali erano in contatto con gli artisti tedeschi e portavano avanti progetti in comune.

La storia dello Jugendstil

Lo Jugendstil si sviluppò sotto l’influenza dell’architetto franco-belga Henry van de Velde, attivo dal 1893. Inoltre gli artisti si ispirarono alle esperienze del movimento inglese Arts and Craft.

Altra importante collaborazione ebbe luogo con la Secessione viennese che a sua volta si ispirò alla Secessione di Monaco del 1892 e alla Secessione di Berlino del 1893. Gli artisti e gli architetti autori delle secessioni di Monaco e di Berlino agirono all’interno dello Jugendstil che raccolse diverse esperienze simili.

Nel 1899, il Granduca dell’Assia a Darmstadt favorì la formazione di una colonia di artisti al fine di fondare un centro produttivo d’eccellenza. Il gruppo si stabilì sulla Mathildenhöhe e fu composto da Bernhard Hoetger, Patriz Huber, Hans Christiansen, Peter Behrens e Joseph Maria Olbrich. L’architetto Olbrich progettò l’edificio della comunità artistica che comprendeva la Torre delle nozze.

La difusione dello Jugendstil

Lo Jugendstil si diffuse in molte città della Germania promosso da Hermann Obrist, Richard Riemerschmid, Ferdinand Hodler più altri artisti e architetti. Questi artisti operarono soprattutto nell’ambito delle arti applicate e della grafica creando immagini stilizzate in stile floreale e figure fitomorfe, cioè con forme vegetali.

Sviluppi dello Jugendstil

A Monaco, ispirandosi alle esperienze dello Jugendstil, l’architetto Peter Behrens, nel 1907 fondò il Deutscher Werkbund. Inoltre anche alcuni aspetti dell’Espressionismo furono ispirati dallo stesso movimento.

Lo Jugendstil in architettura

August Endell rappresentò lo Jugendstil in architettura a Berlino mentre a Weimar operò il belga Henry van de Velde. Invece Hermann Billing e lo svizzero Karl Moser promossero lo Jugendstil a Karlsruhe.

Le riviste che promossero lo Jugendstil

Jugend edito a Monaco di Baviera nel 1892. Pan pubblicato a Berlino dal 1895 al 1900.

Le opere dello Jugendstil

In preparazione

Bibliografia

Renato De Fusco, L’idea di architettura. Storia della critica da Viollet-Le-Duc a Persico, Milano, FrancoAngeli, 2003, ISBN 88-464-5004-3.

Link esterni

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Una risposta a “Jugendstil”

I commenti sono chiusi.