Interrogatoire di François Bard

Interrogatoire di François Bard racconta un episodio di vita di strada vissuto da ragazzi difficili che vivono nelle metropoli contemporanee.

François Bard, L’interrogatoire, 2017,  50 x 40 x 1 cm

Descrizione

Due ragazzi si confrontano nel buio di una strada.  Forse sono nascosti sotto il cavalcavia di una periferia. Tra di loro vi è un bambino che sembra non occuparsi degli affari dei due più grandi. Il suo volto è nascosto dal cappuccio della tuta. Solo la parte bassa del suo viso è in luce.  Gli occhi sono nascosti. Non mostrano la sua identità e nemmeno la sua espressione. Le labbra sono serrate e rivelano un carattere deciso. Il ragazzo di sinistra è identificabile solo dall’avambraccio lasciato scoperto dalla manica sollevata della tuta bianca.

L’adolescente è di schiena ed è rivolto verso il giovane di destra. Anche la sua identità è coperta dal cappuccio sollevato. Il ragazzo dalla maglia rossa ha il viso abbassato. L’ombra nasconde, totalmente, il suo volto. Infatti la luce illumina la sua spalla e il braccio, a destra. I due adolescenti stanno, forse, osservando qualcosa. Però, il cappuccio del ragazzino nasconde le loro azioni. Oppure, il ragazzo dalla tuta bianca interroga l’altro come suggerisce il titolo.

Interpretazione

Il dipinto di François Bard racconta un momento di vita di tre adolescenti. Attraverso la postura dei personaggi e la loro posizione l’artista racconta una storia. Non è facile comprendere l’immagine ma il titolo suggerisce una interpretazione. Anche le proporzioni delle figure sono indicative del ruolo che i tre ragazzi interpretano nella scena.

Leggi anche: Bullying di Matt Mahurin

Lo stile del dipinto Interrogatoire di François Bard

Il dipinto L’Interrogatoire è realizzato con pennellate ampie che creano campiture ritagliate. La superficie è poi traversata da colature e interventi che “sporcano” l’immagine e l’avvicinano ad un’opera di street painting.

Il colore e l’illuminazione

I dipinti di François Bard sono immagini mediatiche.  Il fondo nero proietta violentemente in primo piano i protagonisti. I colori sono forti e brillanti e ricordano la fotografia cinematografica. Il chiaroscuro è deciso e l’illuminazione fortemente contrastata.

La composizione

Il dipinto di François Bard è verticale e l’inquadratura stringe le figure dei tre adolescenti. Il linguaggio utilizzato dall’artista è quello cinematografico. A sinistra, la metà del dipinto è occupata dalla figura del ragazzo con la felpa chiara. A destra, invece,  le figure dei due ragazzi si spartiscono la rimanente metà. La proporzione maggiore della figura di schiena la rende minacciosa. Infatti incombe sul ragazzo dalla felpa rossa. Il piccolo, invece, pare essere estraneo ai traffici dei due adolescenti.

Consulta il sito ufficiale di François Bard.