L’Apoteosi di Omero di Jean-Auguste-Dominique Ingres

Il grande poeta è seduto in trono di fronte ad un tempio. Nell’Apoteosi di Omero di Jean-Auguste-Dominique Ingres sono raffigurati i protagonisti della cultura occidentale.

Jean-Auguste-Dominique Ingres, Apoteosi di Omero, 1827, olio su tela, 386×515 cm. Parigi, Musée du Louvre

La celebrazione del grande poeta Classico

Omero siede di fronte ad un tempio classico. Il poeta è circondato da celebri artisti. Intorno a lui vi sono anche intellettuali di ogni epoca. Il trono sul quale siede Omero è posto sopra ad una scalinata molto alta. Il tempio che fa da sfondo alla scena ha una facciata esastila a sei colonne in stile ionico. La Vittoria alata incorona Omero con una ghirlanda d’oro. La Nike si trova infatti a sinistra del poeta ed è sospesa nell’aria. Ai piedi di Omero sono sedute due figure femminili. Sono la personificazione dell’Iliade e dell’Odissea. L’Iliade ha come attributo una spada che è posata alla sua sinistra. L’Odissea invece abbraccia un remo simbolo della navigazione.

All’interno del timpano del tempio è scolpito un bassorilievo. La decorazione raffigura Omero portato in volo da un’aquila. Si tratta infatti di un omaggio al poeta al quale il tempio è dedicato. In alto Ingres ha dipinto i poeti antichi. In basso invece sono rappresentati quelli moderni. Gli artisti e i poeti onorano Omero e gli porgono le loro opere. Lo scultore greco Fidia porge ad Omero il mazzuolo e lo scalpello. A sinistra Virgilio abbraccia Dante. Il poeta che dona la Divina Commedia. Raffaello si trova dietro a Virgilio e tiene Parnaso per mano. Michelangelo si trova invece a sinistra ed è assorto nei suoi pensieri. Dietro a Fidia sono ritratti Esiodo, Platone, Socrate e Pericle. Pindaro porge a Omero una preziosa cetra.

Lo stile del dipinto Apoteosi di Omero

Il dipinto si ispira alla Scuola di Atene di Raffaello. Omero è raffigurato come un  dio classico di fronte al suo tempio. I grandi della cultura occidentale portano con se doni per onorarlo. La posizione del poeta è simmetrica e monumentale. Questa caratteristica della pittura neoclassica rende le figure statutarie. Le forme sono perfettamente disegnate e frutto di molti disegni preparatori. Il modellato mette in risalto i corpi senza eccedere nella descrizione della muscolatura. Il panneggio dei tessuti infine è elegante e realistico.

Il colore e l’illuminazione

I colori del dipinto sono brillanti. L’Iliade e l’Odissea sono colorate in rosso e verde e creano un contrasto di complementarità. Parnaso è blu e con Omero in bianco e Fidia in rosso ricrea il tricolore francese. La Nike ha una tunica rosa molto chiaro. Lo sfondo tende all’ocra, declinato con toni chiari e scuri come nel tempio. Il cielo azzurro è più intenso verso il bordo superiore del dipinto.

Lo spazio

La base del tempio è costituita da tre gradini sui quali si trova il trono di Omero. Sul fondo emerge la solida e geometrica facciata del tempio. Questo scenario architettonico crea una solida impostazione spaziale.

La composizione e l’inquadratura

La struttura compositiva del dipinto è simmetrica. Infatti le parti destra e sinistra sono speculari rispetto all’asse centrale. Il tempio è perfettamente centrale a partire dall’acroterio sulla facciata. Anche Omero è seduto al centro in una posizione simmetrica. Infine le due ali di personaggi sono disposte specularmente. Le oblique compositive poi puntano a Omero. Infatti i due gruppi di personaggi formano due triangoli che convergono verso il poeta. Infine l’inquadratura è molto bassa. L’osservatore si trova all’altezza dei personaggi ai piedi del basamento. Tutto l’insieme assume così un aspetto monumentale.

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Jean-Auguste-Dominique Ingres, Apoteosi di Omero, sul sito del Musée du Louvre a Parigi.