Grande torso: arco di Henry Moore

Grande torso: arco di Henry Moore è una struttura monumentale che l’artista inglese ha progettato partendo dall’osservazione di un osso.

Henry Moore, Grande torso: arco (Large Torso: Arch), 1962-1963, bronzo, 198,4 x 150,2 x 130,2 cm. New York, Museum of Modern Art MoMA

Indice

Descrizione di Grande torso: arco di Henry Moore

La scultura di Henry Moore rappresenta un grande arco, quasi una struttura trilitica. Infatti due elementi verticali salgono e si raccordano ad un elemento orizzontale leggermente arcuato. Le superfici poi sono arricchite da concavità che si alternano con forme estroflesse.

Interpretazioni e simbologia della scultura Grande torso: arco di Henry Moore

La scultura di Henry Moore si intitola Grande torso: arco quindi suggerisce all’osservatore una lettura antropomorfa. Henry Moore partì con l’osservazione di un osso della spalla in un torso maschile. Lo scultore creò così uno scheletro essenziale dalla forma ad arco. Però al centro del busto la materia è assente e si osserva un grande spazio vuoto. Quello che si vede non è un busto in senso classico ma un suo scheletro reinventato. Moore in quest’opera conferma quindi il suo interesse per la forma delle ossa.

Il titolo della scultura allude al torso umano ma anche all’arco. Moore propone così la solita interpretazione ambigua delle sue opere. Da una parte ricordano il corpo umano e dall’altra un paesaggio. Infatti viste le sue dimensioni la scultura potrebbe risultare un arco di roccia modellato dagli agenti atmosferici. Lo scultore introduce quindi anche il concetto del passare del tempo. In questo modo Moore ottiene nelle sue opere la fusione tra figura e paesaggio attraverso un’unica forma sintetica.

I Committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

La grande scultura di Henry Moore è presente con diverse versioni in importanti centri mondiali. Oltre al Moma di New York si trova alla Stanford University Museum of Art come regalo di Mr Nathan Cummings del 1972. Inoltre si può ammirare anche sul prato del Lynden Sculpture Garden vicino a Milwaukee in Wisconsin.

La storia dell’opera Grande torso: arco di Henry Moore

La grande scultura è datata 1962-1963. In quegli anni Henry Moore era un artista molto affermato ed aveva circa 76 anni.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile di Grande torso: arco di Henry Moore

Henry Moore condivise con altri artisti della sua epoca la necessità di innovare la scultura. Una delle urgenze di Moore era così quella di superare il classicismo. Infatti dichiarò di voler rimuovere “lo spettacolo delle statue greche”. Per questo studiò la statuaria di altre epoche precedenti e di diverse aree geografiche. Analizzò quindi attentamente l’arte cicladica l’arte precolombiana, l’arte africana e oceanica.

Come scrisse programmaticamente, era sua intenzione portare avanti la grande tradizione della scultura universale. Per questo ebbe una visione ampia con diversi riferimenti culturali. Attraverso l’osservazione di opere del passato giunse quindi ad una sintesi formale finalizzata a superare il naturalismo classico.

Come in Grande torso le sue sculture sono strutture semplificate che partono da forme naturali più complesse. Il classicismo però anche se superato rimane come allusione. Infatti il titolo originale della scultura è Large Torso: Arch. È evidente il riferimento alla tipologia classica del torso scolpito.

La tecnica

Questa versione di grande arco di Henry Moore è una fusione in bronzo.

La luce sulla scultura

La scultura è scura quindi la luce scava le profondità delle forme e rivela le asperità delle superfici.

Rapporto con lo spazio

Grande torso: arco di Henry Moore è una grande opera posta in uno spazio esterno. Il visitatore quindi può apprezzare la sua struttura da diverse prospettive compresa quella inferiore. Inoltre grazie alla particolare forma ad arco l’osservatore può attraversarla come lo spazio che la avvolge all’esterno e all’interno di essa.

La struttura

Grande torso: arco è una struttura semplice formata da due elementi verticali che si raccordano ad un elemento orizzontale curviforme. L’opera ricorda anche una struttura trilitica tipica dell’epoca preistorica.

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • Giovanni Carandente, Moore, Giunti Editore Collana: Dossier d’art, 5 ottobre 2005, EAN: 9788809035560
  • Erich Neumann, Henry Moore e il suo immaginario archetipico, Moretti & Vitali Collana: Il tridente. Saggi, 7 giugno 2012, EAN: 9788871865003
  • Henry Moore, Sulla scultura, Abscondita Collana: Miniature, 25 settembre 2018, EAN: 9788884167224

La scheda è completa. Periodicamente troverai ulteriori approfondimenti, a presto!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 1 settembre 2019.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Henry Moore intitolate:

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Henry Moore, Grande torso: arco, sul sito del Museum of Modern Art MoMA di New York.