El triunfo de Baco di Leonardo Alenza y Nieto

El triunfo de Baco di Leonardo Alenza y Nieto è una scena di genere che raffigura l’interno di una taverna dove alcuni avventori ubriachi recitano una scena mitologica.

Leonardo Alenza y Nieto, El triunfo de Baco, 1844, olio su tela, 38 x 45,5 cm. Madrid, Museo del Prado

Indice

Descrizione di El triunfo de Baco di Leonardo Alenza y Nieto

La scena raffigurata da Alenza è ambientata all’interno di una taverna con un’alta volta a botte. Otto clienti stanno consumando il loro vino e sono ritratti in pose diverse. Uno di loro a destra in alto, pone un imbuto di ottone in testa ad un altro uomo che tiene un calice come uno scettro. L’avventore seduto ha il torace in parte scoperto e il resto del corpo coperto da un telo color ocra. Dietro i due che mimano la scena regale scende un pesante tessuto rosso appoggiato ad un paravento di legno grezzo.

Due altri avventori si inginocchiano di fronte al loro compagno che recita la parte del dio del vino. Un altro invece assiste alla celebrazione in piedi, portando al petto una ciotola di terracotta bianca. Un altro ancora a destra, disteso, con i pantaloni abbassati e i piedi nudi beve da una caraffa di vetro.

A sinistra, un uomo che pare ubriaco urina contro un muro. Un altro invece seduto a terra vomita il vino ingerito. Sul terreno sono sparsi molti oggetti come scarpe, un rasoio, carte da gioco e una scopa appoggiata sulle botti. Infine sulla parete di sinistra è affisso un foglio con un disegno appena abbozzato che riproduce un ritratto di Bacco. Sul fondo della botte rivolto verso lo spettatore è dipinta la firma dell’artista.

Interpretazioni e simbologia di El triunfo de Baco di Leonardo Alenza y Nieto

Il dipinto dal titolo El triunfo de Baco di Leonardo Alenza y Nieto si può tradurre in lingua italiana come  Il trionfo di Bacco. Gli avventori animati dal vino che hanno bevuto recitano in modo grottesco una scena classica e divina. Infatti uno di loro mostra il torace nudo imitando una statua classica. Incorona il suo compagno con un imbuto di ottone il cui colore giallo richiama l’oro. A sua volta l’incoronato impugna un bicchiere come uno scettro e si dispone di fronte al misero tessuto rosso, che richiama il colore del vino e della regalità.

Sulla scena alcuni oggetti formano piccole nature morte. A destra, una scopa sostenuta da una botte insieme a una ciotola smaltata di verde ricordano la natura morta di un dipinto di Brouwer o Teniers. Una caraffa di vetro dipinta ad una piccola brocca e un panno formano poi una diversa composizione insieme a un panno. Anche il foglio con il disegno affisso al muro si ritrova nelle opere dei due artisti.

Sul pavimento compaiono diversi oggetti che contribuiscono a caratterizzare la scena. Si possono vedere infatti un rasoio, due cappelli, una scarpa e carte da gioco. Questi oggetti sottolineano così il clima di depravazione causato dal gruppo di ubriachi.

Le fonti di ispirazione del dipinto

Alenza in questo dipinto si avvicina alle atmosfere che si ritrovano nelle opere di Goya. Infatti i personaggi compiono azioni grottesche come l’ubriaco che urina contro un muro e quello che vomita. Le due figure sembrano parte di un unico gruppo che rappresenta le conseguenze dell’ubriachezza.

Il trionfo di Bacco dipinto da Alenza si ispira al dipinto di Velázquez dallo stesso titolo. Alenza probabilmente studiò l’opera presso il Museo del Prado di Madrid. Nell’interpretazione di Alenza però la scena presenta un carattere maggiormente grottesco. Infatti l’artista esaltò l’ubriachezza del protagonista e i personaggi sono descritti con maggior comicità. Il tono dell’opera diventa così popolare e umoristico.

L’analisi dell’opera continua dopo questo avviso!

Esami 2020-2021

Comincia a pensare all’esame. Consulta la pagina: Tesi, tesine o mappe concettuali.

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

Suggerimenti e link utili per implementare una corretta didattica online o didattica a distanza, nel periodo di emergenza virus. Consulta la pagina: Didattica online.

I committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

Enrique Sánchez Rueda fu il proprietario del dipinto dal 1932. L’opera passò poi alla Colección particular vizcaína fino al 1950. I curatori del Museo del Prado acquistarono poi l’opera nel 2006 dalla nota società d’aste Christie’s de Madrid.

Il dipinto fa coppia con quello intitolato El sacamuelas dipinto nel 1884, lo stesso anno del El triunfo de Baco.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile di El triunfo de Baco di Leonardo Alenza y Nieto

L’interno della taverna con la volta a botte ricorda gli ambienti rappresentati nelle opere fiamminghe del XVII secolo. I personaggi sono costruiti con pennellate sfilacciate e sfumate che accentuano il clima della scena.

La luce rivela l’avventore che interpreta la figura di Bacco. Sono anche illuminati i volti che lo circondano mentre gli uomini che si trovano in secondo piano sono avvolti nell’ombra. Il muro poi è buio e i suoi colori scuri mettono in evidenza le figure illuminate al centro della scena. I colori sono ocra e marroni di varie tonalità. Anche i toni dei tessuti, seppure brillanti, sono sporchi come gli abiti degli ubriachi.

Articolo correlato

Trionfo di Bacco e Arianna di Annibale Carracci

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • AA.VV., La Guida del Prado, Museo Nacional del Prado, 2009, ISBN-10: 848480187XISBN-13: 9788484801870

La scheda è quasi completa. Ancora qualche giorno di pazienza, grazie per la tua visita!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 19 febbraio 2021.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Leonardo Alenza y Nieto intitolate:

  • El triunfo de Baco
  • El viático
  • La manola o Una manola y unos viejos (La manola o Manola e alcuni vecchietti)
  • Bebedores sentados a una mesa en el Café de Levante de Madrid (Bevitori seduti a un tavolo del Café de Levante a Madrid)
  • Caballeros conversando en el Café de Levante en Madrid (Avventori che chiaccherano al Café de Levante di Madrid)
  • Retrato de niño a la moda del siglo XVII
  • Retrato de una niña a la moda del siglo XVII
  • Manuel Pasutti

Leggi La vita e tutte le opere di Leonardo Alenza y Nieto

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Leonardo Alenza y Nieto, El triunfo de Baco, sul sito del Museo del Prado di Madrid.

ADP plus

Visto dal vero. Hai visto dal vero l’opera analizzata? Suggerimenti? Commenta sul gruppo Facebook:

ADO+ Segnala un’opera