Due girasoli recisi in verde e giallo di Vincent Van Gogh

Due girasoli recisi in verde e giallo è un piccolo dipinto di Vincent van Gogh nel quale sono raffigurati i soggetti preferiti dell’artista.

Vincent van Gogh, Due girasoli recisi in verde e giallo, 1887, olio su tela, cm 21 x 27. Amsterdam, Van Gogh Museum

Indice

Descrizione

Un grande girasole appassito è rivolto verso il fronte del dipinto. Il gambo, invece, è tagliato dal bordo sinistro. Un altro girasole è, poi, posto dietro, rivolto verso il fondo. Infatti, il gambo reciso è in posizione frontale. Infine, lo sfondo è indistinto e di colore verde.

La storia dell’opera

Van Gogh dipinse, in seguito, altre opere con girasoli. Nelle prime nature morte i fiori sono recisi e poggiati su un piano. Nella serie realizzata successivamente i girasoli sono, invece, disposti all’interno di un vaso. I dipinti furono realizzati per decorare la Casa Gialla ad Arles e per accoglie il collega Paul Gauguin.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Lo stile del dipinto Due girasoli recisi in verde e giallo di Vincent Van Gogh

Vincent van Gogh è un artista definito post-impressionista. Come altri suoi contemporanei si allontanò, così, dalle esperienze impressioniste e dipinse figure solide, dai contorni marcati. Inoltre, le pennellate dense e materiche sottolineano i volumi delle forme. Infine, la trama di pennellate dense descrive in modo materico le superfici.

La tecnica

Nel dipinto intitolato Due girasoli recisi in verde e giallo i fiori sono realizzati con pennellate molto larghe. Il loro orientamento è poi scomposto e si intrecciano tra loro sulle superfici dipinte. Van Gogh utilizzò il colore ad olio in forma pastosa. I colori risultano, così, materici e suggeriscono una sensazione tattile.

Il colore e l’illuminazione

Due girasoli recisi in verde e giallo è un dipinto dai toni caldi. Infatti, il colore più diffuso e più evidente è il giallo, del fondo che si ritrova anche all’interno dei girasoli. Il contrasto più importante è quello di luminosità che ritaglia i soggetti dallo sfondo. La luce colpisce, infine, i girasoli frontalmente e illumina debolmente il fondo erboso.

Approfondisci con le altre opere di Vincent van Gogh intitolate: Il dottor Gachet, Sulla soglia dell’eternità, I girasoli, Notte stellata, La camera di Vincent ad Arles, La chiesa di Auvers-sur-Oise, Autoritratto con orecchio bendato, Il cortile interno dell’ospedale di Arles, Il ponte di Langlois, Sera d’estate, campo di grano al tramonto.

Lo spazio

La natura morta che raffigura Due girasoli recisi in verde e giallo è ambientata in uno spazio aperto. La profondità, però, è limitata allo spazio occupato dai due fiori recisi e descritta dalla sovrapposizione delle forme.

La composizione e l’inquadratura

Il dipinto è rettangolare e l’inquadratura orizzontale. I due girasoli sono posti al centro del rettangolo. La parte di sinistra, e parte della destra, sono occupate dal fiore reciso in primo piano.

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Vincent van Gogh, Due girasoli recisi in verde e giallo , sul sito del Van Gogh Museum di Amsterdam.