La libertà che guida il popolo di Eugène Delacroix

La libertà che guida il popolo di Eugène Delacroix celebra il popolo francese in rivolta guidato dalla giovane Marianne simbolo della rivoluzione.

Eugène Delacroix, La libertà che guida il popolo (La Liberté guidant le peuple), 1830, olio su tela, 260 x 325. Parigi cm, Museo del Louvre

Indice

Descrizione de La libertà che guida il popolo di Eugène Delacroix

Una gran folla di rivoltosi avanza guidata da una giovane donna che sventola il tricolore francese. A terra giacciono molti cadaveri dei rivoluzionari e sul fondo si alzano i fumi dagli edifici di Parigi.

Interpretazioni e simbologia dell’opera La libertà che guida il popolo di Eugène Delacroix

La libertà che guida il popolo si può considerare la prima grande opera figurativa che rappresenta la passione politica del popolo e della borghesia francese. Il dipinto si riferisce infatti all’episodio chiamato “Le tre gloriose giornate” del 1830, quando i parigini insorsero contro il re Carlo X.

Marianne che rappresenta la Francia vittoriosa indossa un berretto frigio, simbolo degli ideali rivoluzionari del 1789. Inoltre le figure che si schierano a fianco della libertà appartengono a tutte le fasce sociali, il borghese, a sinistra, un giovane del popolo, a destra, corpi senza vita di operai e soldati.

Confronti e sviluppi dell’opera

Un cadavere scomposto mostra un calzino sfilato dal piede, particolare che esprime un forte senso di morte. Anche Théodore Géricault ne La zattera della Medusa (Le Radeau de la Méduse) utilizzò una figura simile per il cadavere del giovane raffigurato a sinistra con il padre. Giulio Carlo Argan fece notare che, nei due dipinti gli artisti invertirono il movimento del gruppo di figure. Nel caso del dipinto di Théodore Géricault, i personaggi sono proiettati verso lo sfondo, dal quale giunge la speranza della salvezza. Nel dipinto di Delacroix invece le figure avanzano verso il fronte del dipinto. Anche Giuseppe Pellizza da Volpedo fece avanzare i suoi manifestanti verso l’osservatore nel celebre Quarto Stato.

La figura della Vittoria è ispirata alla statua greca chiamata Venere di Milo che fu ritrovata nel 1820 ed esposta al Louvre l’anno successivo. Sul fondo dell’opera si intravedono infine le torri della Cattedrale di Notre-Dame, a Parigi.

L’analisi dell’opera continua dopo questo avviso!

Scuola 2021-2022

Storia dell’arte. A breve troverai approfondimenti sulle principali epoche della Storia dell’Arte

Inoltre nuovi materiali per aiutarti nel lavoro: La descrizione del ritratto, La descrizione del paesaggio

I committenti, le collezioni, la storia espositiva e la collocazione

La libertà che guida il popolo si trova al Museo del Louvre di Parigi. L’opera fu esposta al Salon di Parigi nel 1831 e il Governo francese la acquistò per 3.000 franchi.

La storia dell’opera La libertà che guida il popolo di Eugène Delacroix

Delacroix dipinse l’opera nel 1830 all’età di 32 anni essendo nato il 26 aprile del 1798.

Consulta anche l’articolo intitolato: I libri utili alla lettura dell’opera d’arte.

Consulta anche l’articolo intitolato: La scheda per l’analisi dell’opera d’arte.

Lo stile del dipinto La libertà che guida il popolo di Eugène Delacroix

Il Romanticismo, in Francia, spinse gli artisti a realizzare opere connesse con la storia e gli avvenimenti a loro contemporanei. La scena è lontana da quelle di natura neoclassica, composte e razionali. Nel dipinto si osserva infatti la concitazione della rivolta, le emozioni suscitate dal momento. Inoltre un gran movimento di folla si sposta verso il primo piano dove le figure sono disposte in modo teatrale.

Anche l’atmosfera creata da luci e colori è fortemente drammatica. Contribuisce a creare questo clima di concitazione anche lo stile con il quale sono applicate le pennellate, materiche, senza sfumare l’impasto del colore. Infatti i contorni e i volumi non sono definiti ma creano una suggestione luminosa della scena che si avvicina alla resa ambientale dei futuri impressionisti.

La tecnica

Il celebre dipinto di Delacroix è realizzato con impasto ad olio su una tela di 260 × 325 cm.

Il colore e l’illuminazione

Ne La libertà che guida il popolo predomina un’atmosfera cromatica scura e drammatica. I colori sono terrei e spiccano in basso le divise blu che coprono i cadaveri dei soldati. I colori più brillanti sono riservati al tricolore francese verso il quale viene attirato fortemente il nostro sguardo.

La luce che illumina la scena determina un’atmosfera drammatica e proviene da fondo del dipinto. Giunge dall’alto a destra lasciando in controluce la massa popolare dei rivoltosi. Una luce ideale proviene poi da sinistra e illumina il cadavere a terra, sulla sinistra, coperto da una camicia bianca, simbolo del sacrificio, e la figura femminile che rappresenta la libertà.

Lo spazio

La libertà che guida il popolo è un dipinto ambientato all’aperto. Non è presente un fondale architettonico quindi lo spazio non è descritto prospetticamente. La profondità è piuttosto suggerita dalla sovrapposizione dei personaggi che si affollano e procedono verso il primo piano, dalla prospettiva di grandezza e dalla prospettiva aerea. Anche i colori, man mano che si allontanano sono più scuri, tendenti al grigio e indefiniti. Inoltre la definizione delle superfici si fa indistinta come i contorni delle figure. Infine il fumo e le nebbie contribuiscono a rendere più efficacemente la profondità ambientale.

La composizione e l’inquadratura

I corpi senza vita dei rivoltosi, a terra, in primo piano, costituiscono una solida base orizzontale, quasi in piedistallo ideale sul quale si innalza la libertà rappresentata dalla Vittoria che sventola il tricolore francese. Da questa base si alza quindi un triangolo con il vertice sulla mano che regge la bandiera.

© ADO – analisidellopera.it – Tutti i diritti riservati. Approfondisci

Bibliografia

  • Gérard-Georges Lemaire, Delacroix, Giunti Editore,, Collana: Dossier d’art, 1992 ; 1998, EAN: 9788809761704

La scheda è completa. Periodicamente troverai ulteriori approfondimenti, a presto!

La data dell’ultimo aggiornamento della scheda è: 15 dicembre 2019.

Approfondisci la lettura consultando le schede delle altre opere di Eugène Delacroix intitolate:

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Eugène Delacroix, La libertà che guida il popolo (La Liberté guidant le peuple), sul sito del Museo del Louvre di Parigi.

Chiedi di completare la scheda o di aggiungere un approfondimento

ADP plus

Ti serve l’analisi completa dell’opera? Oppure la biografia dell’artista? Invia una e-mail con il titolo dell’opera o il nome dell’artista a: redazione@analisidellopera.it gli aggiornamenti saranno pubblicati esclusivamente sul sito. Non inviamo materiali tramite e-mail.

È gratuito e troverai l’aggiornamento sulla scheda pubblicata.

Una risposta a “La libertà che guida il popolo di Eugène Delacroix”

I commenti sono chiusi.