Autoritratto con gilet verde di Eugène Delacroix

Intorno ai quarant’anni Eugène Delacroix dipinse questo Autoritratto con gilet verde. Per anni gli storici si sono interrogati sulla corretta data di esecuzione. L’unica sicura testimonianza storica lo colloca al Salon del 1839.

Eugène Delacroix, Autoritratto con gilet verde, 1838-40, olio su tela, 65 x 54,5 cm. Parigi, Musée du Louvre

Descrizione. Un fiero autoritratto di Eugène Delacroix

Delacroix, secondo gli studiosi, dipinse questo Autoritratto intorno all’età di quarant’anni. La data di esecuzione del dipinto, però, non è di sicura attribuzione. Eugène Delacroix si rappresenta con atteggiamento fiero e sicuro. Indossa una pesante giacca scura e sotto di essa il gilet verde che viene menzionato nel titolo dell’opera. Porta un fazzoletto annodato intorno al collo come in uso all’epoca. Il viso, privo di barba, ha un aspetto ancora giovanile. Il volto è impreziosito da un paio di baffi eleganti e curati. I capelli, scompigliati e folti, creano un aspetto leonino che da importanza alla fisionomia. Lo sguardo è rivolto direttamente verso l’osservatore. L’espressione del protagonista infine è passionale ed eroica.

I Committenti e la storia espositiva

L’autoritratto fu esposto durante il Salon del 1839 e venne apprezzato da pubblico e critica.

Lo stile dell’Autoritratto con gilet verde di Eugène Delacroix

La superficie dell’opera è costruita con una trama di pennellate larghe e non sfumate. La stesura dell’impasto dona poi una certa forza all’immagine. Infatti il fondo risulta movimentato e si accorda con la forza psicologica che emerge dall’immagine. Il dipinto intitolato Autoritratto con gilet verde ha una intonazione calda determinata dall’estensione del fondo ocra illuminato a sinistra con riflessi dorati. L’incarnato poi si intona poi con le parti maggiormente illuminate virando però verso un rosa aranciato. I capelli sono bruni  e si accordano con le parti in ombra del fondo. L’unica nota fredda è il verde del gilet che emerge nettamente tanto da essere citato nel titolo. Inoltre l’uso del colore e della luce pare avvicinare questo Autoritratto con gilet verde all’opera di Francisco de Goya, autore che fu fondamentale nella formazione di Eugène Delacroix.

Lo spazio che racchiude l’opera Autoritratto con gilet verde è ideale dato il fondo privo di riferimenti ambientali. Il colore stesso, dorato e modulato dal chiaroscuro pare un fondo mistico. L’inquadratura dell’immagine, ripresa dal basso, rende monumentale la figura di Eugène Delacroix.

Consulta la pagina dedicata al dipinto di Eugène Delacroix, Autoritratto con gilet verde, sul sito del Musée du Louvre di Parigi.